8 Marzo, M5S: "Chiara e Virginia dimostrano che non servono quote rosa per garantire pari diritti" - Genova 24
8 marzo

8 Marzo, M5S: “Chiara e Virginia dimostrano che non servono quote rosa per garantire pari diritti”

m5s

Liguria. “Oggi è un giorno di festa per tutte le donne, ma purtroppo c’è poco da festeggiare. Nel 2017 siamo ancora drammaticamente indietro nella strada verso la piena parità dei diritti e verso il pieno riconoscimento civile, sociale ed economico del ruolo della donna nella nostra società. Il MoVimento 5 Stelle rappresenta una piacevole eccezione in un panorama politico italiano in cui regnano ancora ipocrisie e pregiudizi. Nel M5S la donna non è una quota da garantire ma una presenza forte, vitale e spontanea fin dalla nascita di questo movimento”. Lo dichiara il M5S ligure in una nota.

“Il M5S può vantare con orgoglio un numero record di esponenti donne al suo interno: 9 su 17 eletti a Bruxelles, circa la metà in Parlamento; 6 candidate presidente in altrettante regioni italiane: oltre alla Liguria, ricordiamo Lombardia, Emilia Romagna, Campania, Abruzzo e Puglia. Cifre straordinarie, confermate e addirittura migliorate dal boom delle ultime amministrative, dove 7 dei 19 nuovi sindaci M5S erano donne, tra cui anche Virginia Raggi a Roma e Chiara Appendino a Torino”, prosegue la nota.

“Il tutto senza ricorrere a quote rosa o analoghi processi meccanici, verso i quali ci siamo sempre dichiarati contrari. L’inserimento di una donna all’interno di una lista sulla base delle decisioni di un segretario di partito non è il modello di rappresentatività in cui crediamo e che perseguiamo. Il MoVimento 5 Stelle è la dimostrazione pratica di come, se si fanno scegliere i cittadini, questi ultimi spesso e volentieri si affidano a donne. E la qualità del lavoro delle nostre portavoce dimostra che è una scelta vincente. Rivolgiamo un augurio di buon 8 marzo a tutte le donne, con l’impegno e la sfida a fare ancora di più per colmare l’inaccettabile gap che separa uomo e donna nell’accesso al lavoro, nel diritto alla sicurezza, contro ogni forma di stereotipo e di pregiudizio sociale”, terminano i grillini.

Più informazioni