Quantcast
Cronaca

Uomo, 39 anni, blogger: vi sveliamo l’identikit di Tiler fotogallery

Alcuni indizi lasciati su internet ci hanno portato dritti al nome e cognome dello street artist. Che piace a molti ma fa arrabbiare altri. Perché - il tormentone è sui social - non doveva "coprire" Melina Riccio

Tiler, l'identikit

Genova. Sta per varcare la soglia dei 40 anni, è un uomo – questo forse si era capito – ed è originario della Valbisagno. Sa utilizzare, e lo fa bene, le tecniche di computer grafica e pure i social network. Ma Tiler, prima di diventare il Banksy genovese – come alcuni lo hanno definito – e suscitare una certa curiosità e attenzione per le sue opere in piastrelle (Tiler, in inglese, significa letteralmente “piastrellatore”) in alcuni luoghi degradati della città, ha partecipato con nome e cognome a svariati concorsi, aveva (ha?) un blog su wordpress, e un profilo Instagram che si chiamava proprio con il suo nickname, Tiler, e una manciata di altri account.

Il web. Aiuta a farsi conoscere e far conoscere i propri intenti, ma ha anche un rovescio della medaglia: non consente l’oblio. E’ stato così piuttosto semplice risalire, incrociando alcuni indizi, all’identità dello street artist che tanto sta facendo parlare di sé. Anche noi ne abbiamo scritto, a più riprese, citandone i blitz notturni nei vari quartieri genovesi.

Ed è proprio del suo “essere creatore di immagini” di notte, ciò cui Tiler parla in uno dei profili aperti che abbiamo trovato su internet, e che ci ha dato la conferma definitiva. Di lì, è bastato confrontare i vari account per avere un identikit completo. Il punto di partenza della ricerca? Una sorta di perizia calligrafica sullo stile comunicativo dell’artista. Alcune tracce lasciate sui profili Facebook di amici comuni. E Google. Il più banale dei sistemi di ricerca.

Non vi sveleremo il nome e il cognome di questo giovane che alcuni chiamano “eroe” e altri poco sopportano, esteticamente parlando. Non vogliamo rovinare il suo gioco. Anche perché alcuni degli angoli che “dal grigio ha restituito al colore” potrebbero migliorare davvero, chissà.

In questi giorni, tuttavia, Tiler ha sollevato non poche critiche a causa di un gesto che poco rispetta l’etichetta della street art. Regola numero 1: non coprire le opere altrui. Da Banksy (che però è riuscito a non farsi ancora scoprire, anche se c’è chi dice sia un membro dei famosi Massive Attack) a Space Invader, fino al più giovane dei graffitari. Il codice è chiaro.

Invece il 39enne Tiler ha coperto con una delle sue opere una scritta firmata da Melina Riccio, figura conosciutissima dell’undeground metropolitano. La bizzarra 65enne – l’avrete vista aggirarsi per il centro con i capelli ornati da ramoscelli d’ulivo, gli abiti ricoperti di cuori e un vassoio di focaccia pronta per essere offerta ai passanti – ha in comune con il “piastrellatore” la caratteristica di suscitare odio e amore. Però ha esposto alcune opere al Centre Pompidou di Parigi ed è considerata un’artista a tutti gli effetti.

Abbiamo chiesto a Tiler come mai abbia cancellato, con la sua “amazzone” di via XX Settembre, la poesia dipinta da Melina. Ci ha risposto così: “Non ho una gran considerazione del suo lavoro e so che questo a volte è controproducente… però non mi piace il suo modo di fare, ha imbrattato ogni muro di Genova senza pensare che ci sono persone a cui può non interessare quello che ha da dire. Ovvio che non cerco apposta di coprirla ma a volte è inevitabile…”. Bisogna dire che Tiler, a sua volta, è stato “bullizzato” da altri creativi locali che hanno preso di mira le sue opere con alcuni sticker. Resta solo da attendere, a questo punto, quale sarà la prossima mossa. L’appuntamento è sui muri di Genova.

Più informazioni
leggi anche
  • Da via xx settembre a..
    Non solo degrado, l’amazzone di Tiler porta ai tesori di Genova
    tiler via xx
  • Il gioco
    Scalinata Borghese, Tiler contro il degrado: caccia al tesoro per riscoprire la “bomboniera”
    scalinata borghese tiler
  • La "favola"
    Genova, nuova opera di Tiler: il Bruco diventa Farfalla, ma senza lieto fine
    tiler bruco farfalla
  • Botta e rispost
    La principessa gatta apre il dibattito in rete. E Tiler risponde a Morgante
    Piazza rossetti tiler barboni
  • Nuova segnalazione
    Con una “principessa gatta” Tiler denuncia il disagio della Foce
    Piazza rossetti tiler barboni
  • Street art
    Tiler colpisce ancora, questa volta nel “salotto buono” di Genova
    opera di tiler
  • Street art
    La rivincita di Tiler: dopo lo sfregio a una sua installazione è pronto a invadere i vicoli con l’arte
    Opere tiler
  • #riprendiamocigenova
    Un cane rosa nello spazio per segnalare i “buchi neri” della città
    Cane rosa
  • Street art
    Tutti contro Tiler, da Milano a Genova tra vandalismi e rimozioni forzate
    Tiler, l'identikit
  • Cortocircuito
    San Vincenzo, l’anti-degrado cancella Tiler, l’artista anti-degrado
    tiler cancellato