Uccisa da un boccone avvelenato, Sally non ce l'ha fatta - Genova 24
Amici animali

Uccisa da un boccone avvelenato, Sally non ce l’ha fatta

Il fatto a Cesino, in Valpolcevera. Per salvare la cagnolina si era creato un tam tam sui social network

ambulatorio veterinario

Genova. Non è bastato il tam tam sui social network per salvare Sally, una San Bernardo morta nel pomeriggio durante il ricovero in una clinica veterinaria. Sui gruppi Facebook e Whatsapp si erano moltiplicati gli appelli a trovare sangue canino 1.1 positivo per effettuare le necessarie trasfusioni.

A uccidere il cane è stato un boccone avvelenato. Così è stato accertato anche dai medici veterinari che hanno seguito le ultime ore di vita dell’animale.

Sally è stata avvelenata vicino a casa, a Cesino, sopra Pontedecimo, in Valpolcevera. Non è la prima volta che nella zona si verificano fatti simili e il timore è che ad abbandonare il cibo avvelenato possa essere stato qualche ladro, nel tentativo di annientare il cane da guardia.

Più informazioni
leggi anche
corsia pronto soccorso
Da almeria a genova
“Addio Principessa Livia”, il web piange la levriera salvata dalla malvagità dell’uomo
wurstel con chiodi
Ma perchè?
Castelletto, è guerra ai cani: boccone con chiodi in piazza Sant’Anna, è il terzo in tre giorni