Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Salvamento, Genova Nuoto in evidenza ai campionati italiani di categoria

Prestazioni positive in vista dei tricolori assoluti

Genova. La prima settimana di febbraio, da giovedì 2 a domenica 5, si sono tenuti a Riccione i campionati italiani primaverili di categoria di salvamento.

La squadra del Genova Nuoto si è presentata ai blocchi con ben 17 atleti qualificati, dimostrando ancora una volta la forte crescita sportiva del team. Per dare due numeri: 42 sono state le gare che hanno visto impegnati gli atleti della società genovese; 17 quelle che hanno portato al record personale all time e 10 quelle che hanno regalato il record personale stagionale. Nove le prestazioni che hanno condotto i genovesi nei primi 20 posti in graduatoria. Tre gli atleti già qualificati ai campionati italiani assoluti.

A rompere il ghiaccio nei primi due giorni della manifestazione ci hanno pensato i nuotatori della categoria Esordienti A e Ragazzi e da subito sono arrivati risultati incoraggianti. Christian Conti (esordiente A) ha stabilito i record personali in ben tre delle quattro prove affrontate classificandosi ottavo nella gara dei 50 Manichino Pinne; Lorenzo Moi ha migliorato il suo crono nei 50 metri Manichino.

A partire dalla giornata di sabato è sceso in acqua il resto della squadra che in questo inizio di stagione ha confermato la predilezione per le prove con le pinne con le quali sono arrivate le soddisfazioni più grandi. Christian Conti, impegnato nell’ultima gara del suo programma, ha concluso i 100 metri Torpedo al sesto posto; il primo acuto è arrivato da Andrea Montaldo che nella serata dello stesso giorno, nei 200 metri Super Lifesaver, ha stabilito il tempo di qualificazione ai campionati italiani assoluti.

Alla gioia di Andrea, il giorno seguente, si è aggiunto l’entusiasmo di Lorenzo Ceresoli ed Edoardo Macrì (fresco diciottenne) che nei 100 metri Manichino Pinne hanno staccato il pass per seguire il compagno agli Assoluti. Tutte le staffette della categoria Juniores e Cadetti maschili e femminili inoltre hanno migliorato i crono delle stagioni precedenti, sintomo di un progresso collettivo.

Le classifiche per società al termine della rassegna hanno visto il Genova Nuoto posizionarsi al 22° posto con gli Esordienti (un solo atleta), al 47° con i Ragazzi (quattro atleti), al 36° con gli Juniores (cinque atleti), al 29° con i Cadetti (cinque atleti) e al 34° con i Seniores (due atleti).

Lo staff tecnico del Genova Nuoto si ritiene soddisfatto delle prestazioni dei ragazzi: “Da qualche anno i campionati italiani sono una manifestazione tosta sia per il livello degli avversari, sia dal punto di vista dei ritmi di gara che impongono alle squadre di passare giornate intere in vasca con poco tempo a disposizione per riposare e rifocillarsi. La squadra ha saputo mantenere la concentrazione dall’inizio alla fine e soprattutto ha dimostrato di avere carattere e di saper archiviare le cose andate male e pensare subito a come fare meglio nelle prove successive”.

“Ci sono state parecchie sorprese – prosegue – da atleti da cui ci si aspettava qualcosina in meno e qualche intoppo da parte di atleti che potevano fare molto bene, ma questo è lo sport e prendiamo tutto quello che arriva per fare esperienza e migliorare dagli errori. La strada fino a fine stagione è ancora lunga, ma la crescita si vede e c’è ancora parecchio margine per progredire”.

Il prossimo appuntamento è a marzo nella piscina di casa dove l’obiettivo sarà ampliare il gruppo che partirà per gli Assoluti di Milano.

I risultati in breve.

50 Manichino: Simone Barbieri 39”26, Lorenzo Moi 39”20, Giada Caruso 44”45, Luca Daceva 37”19, Edoardo Macrì 35”70.

100 Manichino, Pinne: Simone Barbieri 1’01”23, Lorenzo Moi 1’00”84, Giada Caruso 1’10”14, Luca Daceva 57”78, Edordo Macrì 53”1 (17°), Pietro Rossi 59”04, Lorenzo Ceresoli 53”04 (14°).

100 Manichino, Pinne e Torpedo: Simone Barbieri 1’04”77 (18°), Elia Gallino 1’07”55 Lorenzo Moi 1’10”09, Samuele Scopelliti 1’09”54, Giada Caruso 1’13”41, Luca Daceva 1’03”05, Edoardo Macrì 59”51 (11°), Pietro Rossi 1’02”56, Gaia Leone 1’09”86, Laura Lori 1’13”3, Davide Leone 1’05”10, Federica Molina 1’11”25.

200 Superlifesaver: Simone Barbieri 2’38”34 (17°), Lorenzo Moi 2’39”02 (21°), Giada Caruso 2’51”44 (17^), Giacomo Baldasso 2’41”8, Luca Daceva 2’36”49, Edoardo Macrì 2’32”77, Pietro Rossi 2’35”4, Gaia Leone 3’05”05, Lorenzo Ceresoli 2’41”15, Davide Leone 2’35”38, Andrea Montaldo 2’26”31 (16°).

200 Ostacoli: Giacomo Baldasso 2’22”74, Edoardo Macrì 2’22”09, Elisa Gastaldi 2’36”80, Gaia Leone 2’30”90.

100 Misto: Edoardo Macrì 1’17”62.