Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Immigrazione, Rosso e Gandolfo contro i nuovi arrivi nel Golfo Paradiso: “Anci pensi ad aiutare famiglie in difficoltà”

Levante. “Non è più accettabile che vengano previste ulteriori quote di immigrati sul territorio. Le soluzioni, che Anci starebbe avviando, avranno come unico risultato quello di una crescita incontrollata e incontrollabile della presenza di immigrati, quasi sempre clandestini, per cui non è previsto un tetto massimo di accoglienza, visto che, mese dopo mese, anno dopo anno, i nostri Comuni sono periodicamente chiamati a trovare nuovi posti letto”.

Lo dichiarano Matteo Rosso, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, e Carlo Gandolfo, assessore del Comune di Recco, esprimendo contrarietà verso la realizzazione di uno Sprar- Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati a livello comprensoriale nel Golfo Paradiso proposto da Anci.

“Come ha fatto notare anche il sindaco di Recco – spiegano Rosso e Gandolfo – i 117 immigrati, fissati dal piano dell’Anci per il Golfo Paradiso, rappresentano un numero insostenibile per il nostro territorio, per altro senza alcuna garanzia che, magari tra qualche mese, sia richiesto ai nostri Comuni un ulteriore sforzo e impegno nell’accoglienza di altre persone, minando gli equilibri sociali e la sicurezza delle nostre piccole comunità. L’Anci Liguria, anziché industriarsi a nuove e comunque inefficaci, se non dannose, soluzioni sull’accoglienza di immigrati, farebbe forse meglio a studiare forme di aiuto e supporto per le tante famiglie liguri in difficoltà, supportando i Comuni nel fare sistema e dare una sempre più adeguata risposta alle problematiche delle nostre fasce sociali più deboli”.