Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Gli sequestrano lo scooter e lui ne prende uno “in prestito”: beccato da poliziotto fuori servizio

Più informazioni su

Genova. Ha preso “in prestito” un motorino (il suo era stato sequestrato), ha apposto la sua vecchia targa, installando anche un interruttore per la messa in moto.

L’ingegnosità dell’uomo, un 54enne di origini palermitane con alcuni precedenti per furto e scommesse clandestine, non ha, però, pagato. Ieri pomeriggio, infatti, un poliziotto (libero da servizio) che stava percorrendo corso Sardegna in moto, lo ha notato mentre sopraggiungeva a forte velocità con lo stesso scooter. Affiancandolo, si è insospettito vedendo che nel nottolino d’accensione non c’era la chiave. Dopo aver richiesto l’intervento di una volante, il poliziotto ha quindi fermato il conducente qualificandosi.

Il 54enne è così risultato essere l’intestatario della targa, ma non proprietario del motociclo che, ad un controllo del telaio, risultava rubato nel settembre scorso.

Molto serenamente, l’uomo ha poi riferito che, non potendo circolare con il proprio scooter perché sotto sequestro, aveva staccato la targa apponendola ad un motociclo dello stesso modello preso “in prestito” nel suo quartiere. Essendo ovviamente sprovvisto della chiave, aveva installato sotto lo scudo anteriore un interruttore per la messa in moto.

L’uomo è stato denunciato a piede libero per ricettazione e il mezzo restituito al legittimo proprietario, ignaro del “prestito”.