Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Giampaolo: “Queste vittorie merito della mentalità di squadra” risultati fotogallery

Genova. “Questi recuperi sono frutto di una mentalità di squadra che ci porta ad avere un atteggiamento propositivo”. Marco Giampaolo elogia i suoi giocatori dopo la vittoria col Bologna ottenuta segnando tre gol negli ultimi 10 minuti di gara.

“Abbiamo subìto un eurogol, ma avevamo sbagliato almeno due occasioni nitide – aggiunge – tutto questo è frutto della voglia dei ragazzi. Hanno fiducia in loro stessi, nella squadra, poi lo stadio si accende e dà morale”.

Mentalità, ma anche voglia di rischiare: “Nel secondo tempo abbiamo giocato con due difensori e mezzo – dice il mister – ci siamo presi dei rischi, la squadra ha giocato un secondo tempo rock. Con il piglio, con la voglia, legittimando il risultato al di là degli episodi”.

Episodi, anzi episodio, duramente contestato da Roberto Donadoni: “C’è un limite a tutto, a questo punto è meglio un robottino che decide. Fa male il fatto che siano passati molti secondi prima che l’arbitro, su suggerimento del proprio assistente, decidesse di assegnare il rigore. Se questo fatto fosse capitato a una grande saremo qui a parlare solo di questo, invece se capita a squadre come la mia no, è ingiusto nei confronti dei ragazzi che sudano tutta la settimana per preparare la partita”.

“Non ho mai commentato gli episodi a nostro sfavore, figuriamoci questi – dice Giampaolo – capisco che il Bologna sia arrabbiato”.

Tornando all’analisi del match, i due cambi a inizio ripresa (Djuricic e Dodo) sono “figli della situazione della gara, c’era bisogno di allargare, avevamo programmato su un foglio di carta nell’intervallo di palleggiare, aprire, muovere, e i giocatori sono stati fantastici nell’interpretare in campo l’idea teorica”.

Ancora una volta decisivi i cambi: “Chi subentra considera l’occasione come opportunità, è sempre un valore aggiunto. Le motivazioni e le ambizioni individuali fanno la differenza”.

Felice anche Torreira, autore della consueta gara di trincea da cui esce a testa alta: “Siamo una squadra che non molla mai, prendiamo gol e continuiamo a giocare, abbiamo trovato il pareggio e subito abbiamo giocato più tranquilli”. Il Bologna non è stato un avversario facile: “Quando troviamo squadre coperte come loro andiamo in difficoltà per mancanza spazi, ma quando li abbiamo trovati siamo subito andati in gol”.

Per la Samp si tratta di una vittoria importante, la terza di fila, tre punti arrivati contro una squadra medio-piccola, almeno guardando la classifica, un esito non così scontato, visto l’andamento della stagione con avversari simili: “Lavoriamo più tranquilli ora”. Il centrocampista smorza anche le voci di mercato: “Voglio pensare solo alla Samp”.