Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fa festa solo il Ligorna risultati

Le biancoblù vicono facile sull'ultima in classifica. Lagaccio travolta a Novi; Molassana rimontata e battuta dall'Alessandria

Solo il Ligorna gioisce nella 14^ giornata di campionato della Serie B femminile. Le altre due genovesi infatti, Amicizia Lagaccio e Molassana Boero, vengono battute nel doppio incrocio fra provincia di Alessandria e quella di Genova. Troppo forte la Novese di Fossati che travolge le lagaccine con un netto 4-0 che non lascia spazio a dubbi. Certamente le verdiblù sono scese in campo non al meglio, con qualche acciaccata e alcune assenze, ma probabilmente l’esito finale sarebbe stato simile.

Al 13° è già 1-0 per e novesi con l’esperta Di Stefano che dal limite batta Ferrari, la quale tocca, ma non evita il gol. Le liguri rispondono con un tiro di Pesce, che il portiere piemontese, Olivetti, blocca. Al 28° il raddoppio biancoceleste porta la firma di Montecucco che in contropiede infila l’angolo opposto senza lasciare scampo a Ferrari.

Le genovesi provano a reagire, ma è chiaro che oggi non c’è trippa per gatti e al 43°, dopo una prima occasione ancora per Di Stefano con la palla che sibila poco a lato, Arroyo buca la difesa nel mezzo, e a tu per tu col portiere la batte con un preciso tiro di piatto. La partita si chiude praticamente qui, con le locali che ad inizio ripresa servono il poker ancora con Montecucco che anticipa tutte e gira a rete. Bargi prova a lottare là davanti, ma la granitica difesa novese crea una gabbia intorno alla bomber verdeblù che non punge e il match termina 4-0.

Se Atene piange, Sparta non ride, si dice. Così il Molassana, che sfiderà proprio il Lagaccio nel derby di domenica prossima, viene battuta di misura, dall’Alessandria, terza forza del campionato. La partita è certamente più equilibrata della precedente, e le occasioni arrivano da entrambe le parti, con Soragni che sfiora la rete per le grigie in apertura, e Librandi che spaventa Asteggiano. Primo tempo a reti inviolate, quindi, ma tutt’altro che noioso.

Nel secondo tempo iniziano meglio le pantere rossoazzurre che vanno in vantaggio al 54° con Fernandez che su fallo laterale serve Librandi, la quale si smarca alle spalle di due avversarie e va a battere Asteggiano con un gran tiro che scende all’improvviso superando l’incolpevole portiere alessandrino. Le piemontesi, per reagiscono e pareggiano quasi subito con Devecchi che interviene su calcio d’angolo due minuti dopo, spezzando la festa genovese.

Le pantere provano di nuovo a far male, ma la conclusione di Tortarolo, al termine di una bella azione personale, sfiora la traversa. Poco dopo è Canepa che al centro dell’area riceve una bella palla dalla fascia e calcia a colpo sicuro trovando la provvidenziale deviazione di un’avversaria. Quando tutto fa presagire al segno “x”, tutto sommato giusto, Soragni s’inventa un tiro a palombella che sorprende Bandini che non riesce a deviare la palla. 1-2 e tanto amaro in bocca per le genovesi che avrebbero potuto persino vincerla la partita.

Come detto invece vince il Ligorna che non deve faticare granché sul proprio campo per avere la meglio sul Musiello Saluzzo, fanalino di coda. Una doppietta di Malatesta e la rete di Battistutta, consentono alle biancoblù di riscattare subito il brutto ko di Empoli e di centrare la prima vittoria del 2017.

Nel prossimo turno le ligornesi saranno di scena a Torino contro le granata, partita sulla carta più che abbordabile, che potrebbe consentire alle biancoblù di restare nel gruppo della parte alta insiem alle altre due genovesi che si affronteranno nel derby.