Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella ospite del Perugia, Roberto Breda: “Abbiamo voglia di riscatto” risultati

Assenti solamente gli squalificati Catellani e Baraye

Chiavari. Rifinitura senza sussulti quella svolta in mattinata dalla truppa biancoceleste. Fatta eccezione per Catellani e Baraye squalificati, l’intera rosa è a disposizione di mister Roberto Breda in vista della sfida con il Perugia.

Ecco l’elenco completo dei giocatori che sono partiti alla volta dell’Umbria. Portieri: Iacobucci, Paroni. Difensori: Ceccarelli, Pellizzer, Benedetti, Sini, Belli, Pecorini, Filippini. Centrocampisti: Di Paola, Moscati, Palermo, Troiano, Ammari, Tremolada, Ardizzone, Zaniolo. Attaccanti: Caputo, Diaw, Mota Carvalho.

La partita, che si giocherà domani, sabato 18 febbraio, con inizio alle ore 15, sarà arbitrata da Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta, assistito da Pasquale Cangiano (Napoli) e Manuel Robilotta (Sala Consilina). Quarto uomo sarà Niccolò Pagliardini (Arezzo).

La voglia di riscatto è tanta. “Chi fa sport vive di queste cose – spiega Breda -. Abbiamo tutti la voglia di far subito una partita perché non c’è piaciuta per niente quella di sabato scorso dov’è girato un pochino storto, a partire dai nostri errori che in ogni caso non dovevamo commettere. Abbiamo subito voglia di rivalsa, abbiamo voglia di far bene. Sappiamo che non sarà un avversario facile però credo che anche per loro sarà una partita difficile. Noi vogliamo ritrovare risultati positivi e vogliamo anche ritrovare un certo percorso di crescita. Su qualcosa stiamo lavorando, su qualcosa stiamo cambiando qualche piccolo atteggiamento però in ogni caso dobbiamo fare il nostro percorso”.

Il Perugia è galvanizzato dalla vittoria nel derby con la Ternana. “E’ una squadra che ha qualità, forza, personalità, però anche noi abbiamo le stesse caratteristiche di qualità, personalità e intensità. Sarà sicuramente una partita combattuta e difficile per tutti e due; vedremo chi è più bravo. La nostra forza – conclude – è sempre stata quella di non guardare gli assenti ma di vivere la partita sempre da gruppo; anche adesso sarà così”.