Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crisi industriale a Genova: Federmanager/Asdai presenta al Sindaco un progetto per il rilancio

Genova. Federmanager/Asdai Liguria, l’Associazione Sindacale Dirigenti Aziende Industriali della Liguria, ha inviato al Sindaco di Genova, Marco Doria, un progetto per supportare Pmi e Start-up innovative nel loro avvio di attività.

Il progetto parte dal presupposto che le piccole e medie imprese, potendo contare in misura minore sull’indotto offerto dalla grande industria, potrebbero indirizzare i prossimi obiettivi in misura maggiore verso la ricerca di idee innovative e di nuovi mercati in un orizzonte temporale di breve-medio termine. L’idea di Federmanager/Asdai Liguria, quindi, consiste nell’offrire alle imprese, tipicamente Pmi, le proprie risorse qualificate per favorire lo sviluppo di nuove linee di prodotto, sistemi e servizi, qualora queste non dispongano in proprio delle risorse necessarie per affrontare il cambiamento.

Lo strumento operativo consiste nella creazione, nell’ambito di una Pmi, di Start-up ovvero Spin-off innovative alle quali Federmanager/Asdai Liguria parteciperà, con il supporto delle proprie competenze, all’acquisizione dei finanziamenti necessari ad integrare quelli dell’azienda, al marketing, la progettazione, la gestione, l’industrializzazione e la commercializzazione del bene prodotto.

L’associazione, con i suoi professionisti, si propone, quindi, come parte terza in un processo di sviluppo nel settore delle alte tecnologie: un processo trasversale che prevede il coinvolgimento e l’armonizzazione delle attività di industria, dell’Università di Genova, delle Istituzioni ed degli enti locali.

“Il progetto – spiega l’Ing. Maurizio Viberti, Responsabile per lo Sviluppo del Territorio di Federmanager/Asdai Liguria – si sviluppa in 6 fasi: 1) definizione dei principi generali di governance e di garanzia della proprietà intellettuale del prodotto; 2) identificazione di soggetti e progetti; 3) valutazione e selezione dei progetti ritenuti profittevoli per il mercato; 4) sviluppo del piano industriale dei progetti selezionati (Business Plan); 5) presentazione dei Business Plan ai possibili finanziatori; 6) definizione della governance delle Start-up ovvero Spin-off, per la realizzazione, l’industrializzazione e la commercializzazione dei prodotti, sistemi e servizi. Si può dire senza dubbio – conclude Viberti- che ci poniamo come ‘uno inter pares’ per lo sviluppo di un progetto che ha un solo obiettivo: lo sviluppo del territorio mediante il mercato”.

“Qualora il Comune di Genova intenda avviare attività con progetti di carattere prevalentemente industriale naturalmente le nostre risorse qualificate saranno disponibili – aggiunge il Presidente di Federmanager/Asdai Liguria, l’Ing. Paolo Filauro – Purtroppo dal nostro osservatorio non possiamo che confermare la crisi che sta vivendo l’industria ligure e genovese come evidenziato soprattutto dagli 80 atti di conciliazione per licenziamento o riduzione di ruolo per dirigenti firmati nel 2016. Quindi con questo progetto – conclude Filauro – vogliamo dare una nuova opportunità anche ai dirigenti giovani costretti ad abbandonare anticipatamente il posto di lavoro”.