Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Convegno ultradestre a Genova, la città non abbassa la guardia: “Pronti a grande manifestazione”

Al momento nessuna novità su dove potrebbe svolgersi il convegno. Resta aperta l'ipotesi del 'trasloco' in Riviera

Genova. I movimenti di ultra destra che vogliono organizzare a Genova il convegno dell’11 febbraio ‘For the Europe of fatherlands’ non avrebbero ancora trovato uno spazio disposto ad ospitarli. Ma il convegno si farà, spiegano fonti investigative qualificate perché questa volta non si tratta della solita ‘toccata e fuga’ del leader di Forza Nuova Roberto Fiore che più di una volta ha Genova ha trasformato manifestazioni e conferenze stampa annunciate in pompa magna in una presenza di pochi minuti circondato da un pugno di militanti e protetto dalle forze dell’ordine (l’ultima volta in via Edera a Quezzi per l’apertura del centro del Ceis che ospita alcuni profughi).

Come dire, se annullassero tutto dopo la conferenza stampa di qualche giorno fa e gli inviti (con tanto di prezzario e iban per il bonifico sulla pagina del movimento Alliance for Peace and Freedom) rischierebbero una brutta figura di dimensione europea. Piuttosto, il convegno potrebbe essere spostato verso la riviera di Levante (dove nel 2013 ci fu l’unica manifestazione di Forza Nuova in provincia di Genova ) o perché no, in un’altra provincia.

Di notizie certe al momento non ce ne sono se non che i parlamentari di centro sinistra Mario Tullo, Lorenzo Basso, Mara Carocci, Stefano Quaranta e Luca Pastorino oggi hanno incontrato il prefetto di Genova Fiamma Spena manifestandole il sentimento della città di assoluta contrarietà all’evento in programma: “Qui non si tratta di non voler dare spazio alla destra – ribadisce il deputato Pd Mario Tullo dopo l’incontro – ma di ritenere inaccettabile la presenza in città di ospiti neonazisti. Auspichiamo che il convegno non si tenga, se non sarà così siamo pronti insieme ad Anpi i sindacati e alle forze di sinistra di questa città a una grande manifestazione pacifica ma determinata nel ribadire che quel convegno rappresenta un’offesa per la nostra città”.

Per parlare di questo e per cominciare ad organizzare la manifestazione questo pomeriggio proprio i parlamentari liguri hanno incontrato i sindacati e il presidente dell’Anpi Massimo Bisca.