Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cogoleto fermato sul pari dalla Cella risultati foto

Guerrieri, dopo aver segnato su rigore, fallisce, a pochi minuti dal termine, la seconda opportunità, sempre dagli undici metri

Cogoleto. Pareggiano 2-2, Cogoleto e Cella, al termine di un match ricco di colpi di scena, rimasto in bilico sino al fischio finale dell’ottimo Pucci di Genova.

Cogoleto-Cella  2-2  04-01-17

Mister Cappanera schiera i granata con un 4-3-1-2, che vede Rivera tra i pali; Battaglia, Tagliabue,  Enrico Damonte e Robello a formare la linea difensiva; Amos,  Alessandro Damonte e Paini sulla mediana; Piccardo a ridosso del duo di attacco, formato da Craviotto e Testi.

I sampierdarenesi scendono in campo con Papini a difesa della porta, D. Pagano, Giacheri, Rogai e Civano in difesa; Schiavoi e J. Pagano a dettare i ritmi a centrocampo; Semino e Garaventa larghi sulle fasce; Zucca dietro a Grazzi.

All’ 8° un’ imbucata di Craviotto libera Piccardo, anticipato dall’estremo difensore Papini.

All’ 11° Robello si invola sulla fascia, mette in mezzo per l’accorrente Testi, la cui conclusione è parata in due tempi dal portiere della Cella.

Al 25° ci riprova Testi… Papini para.

Al 28° esce (per infortunio) Andrea Amos, sostituito da Guerrieri (partito dalla panchina, per una condizione fisica non al top).

Al 29° la punizione di Garaventa esce a fil di palo.

Al 30° ammonizione a Semino per gioco falloso.

Al 31° Cella vicina al goal, con la conclusione di J.Pagano, salvata – quasi sulla linea – da capitan Enrico Damonte.

Al 36° Piccardo entra in area di rigore e viene atterrato da Rogai: calcio di rigore. Sul dischetto degli undici metri si presenta Guerrieri, che supera Papini, sulla sua sinistra, con una conclusione imparabile (1-0)

Al 45° un brillante Guerrieri sferra un tiro diabolico dai 25 metri, deviato miracolosamente in angolo da Papini.

Dopo un minuto di recupero, le squadre vanno al riposo, con i ragazzi di Cappanera meritatamente in vantaggio.

La seconda frazione di gioco presenta una Cella rinvigorita nello spirito e nelle giocate, al punto da mettere in difficoltà i granata, troppo “schiacciati” nei pressi della loro area e poco precisi nelle ripartenze.

Al 58° si registra l’ingresso in campo di Bianchi, al posto di Robello, con Paini che retrocede sulla linea difensiva, mentre il neo entrato si sistema alto sulla fascia sinistra, con Craviotto a destra e Guerrieri alle spalle di Testi.

Al 60° proprio Bianchi si fa notare per un’ottima azione sulla fascia, che si conclude con un passaggio all’indietro per l’accorrente Testi, che tuttavia non riesce a concludere.

Al 61° Grazzi impegna Rivera, che fa sua la palla in due tempi.

Al 65°, su un corner dalla sinistra, Juri Pagano approfitta di una “dormita” generale della difesa granata, pareggiando le sorti dell’incontro (1-1)

Al 66° Civano viene sostiuito da Rosaspini.

Al 70° una veloce azione di contropiede mette Grazzi in condizioni di realizzare la rete del vantaggio (1-2)

Mister Cappanera sposta a destra Bianchi e Craviotto a sinistra, mossa che risulta azzeccata, perché – al 76° – Testi, per l’appunto su cross di Craviotto, anticipa il suo marcatore e al volo, di esterno, infila la palla alle spalle di Papini (2-2)

All’ 80°, su cross di Guerrieri, Tagliabue, in scivolata, manca l’appuntamento col goal.

All’ 81° ammonito Bianchi e solo un minuto dopo, il direttore di gara, sig. Pucci, mostra il cartellino giallo anche a D. Pagano.

All’ 87° Alessandro Damonte viene atterrato in area… è il secondo rigore a favore dei granata. Sul dischetto si porta ancora una volta lo specialista Guerrieri, la cui conclusione si stampa sul palo alla destra Papini, fallendo la ghiotta opportunità di passare in vantaggio.

Nell’ extra time (quattro minuti) è il portiere locale Rivera a sventare un tentativo di Lerza e a mettere il sigillo sul 2-2- finale.