Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Bilancio a gonfie vele, ma precarietà perenne”. Poste, presidio della Cgil

Nuova protesta, dopo gli scioperi di luglio e novembre scorsi

Genova. Si terrà domani il presidio organizzato da Slc Cgil per denunciare la situazione di precarietà dei dipendenti all’interno di Poste Italiane. Si tratta di una nuova protesta, dopo gli scioperi di luglio e novembre scorsi.

“Nonostante il bilancio viaggi a gonfie vele (l’ultimo dato riporta un utile cresciuto al 29.7 per cento), alle Poste – spiega il sindacato – si continua ad abusare dei contratti a tempo determinato. Questi lavoratori suppliscono a carenze strutturali e non a picchi di traffico o situazioni eccezionali e straordinarie. La loro condizione contrattuale però li costringe ad una situazione di perenne precarietà senza mai essere certi del rinnovo e della proroga del contratto”.

“E’ una realtà – continua – che discende e si alimenta di diversi fattori tra i quali la riorganizzazione dei servizi postali che mostra tutte le sue inefficienze con il peggioramento delle condizioni di lavoro in sportelleria, contact center, lavorazioni interne, recapito”.