Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

ArcheoMetro: alla scoperta della Genova perduta e ritrovata

Più informazioni su

Genova. Un pomeriggio tra antichi reperti custoditi nelle stazioni della metropolitana, per scoprire una città perduta e poi ritrovata: quella degli scavi archeologici.

E’ la proposta per oggi, domenica 26 febbraio, firmata Enjoy Genova, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Genova e della Liguria pensato per genovesi doc o per chi per un giorno vuole diventarlo, a cura di Cooperativa Archeologia.

Appuntamento alle ore 14.45 ai Giardini Luzzati con “Memorie dal sottosuolo: Archeometro”, una passeggiata basata sul concetto di “museo diffuso”, che condurrà i partecipanti in un itinerario lungo le diverse fasi dell’evoluzione urbana (www.enjoygenova.it).

Genova è caratterizzata da uno sviluppo verticale, cosa che, con il passare del tempo, ha portato alla distruzione di ciò che c’era di antico nel suo sottosuolo. Grazie a ricerche condotte anche da Cooperativa Archeologia, sotto la direzione della Soprintendenza Archeologia della Liguria, AMT e Comune di Genova, è possibile ripercorrere le diverse forme che la città ha assunto nel tempo attraverso una serie di ritrovamenti archeologici lungo la linea della metro. Partenza da Brignole, dove si possono ammirare reperti risalenti al Neolitico Medio ed è stato rimontato il muro più antico della città, risalente al Bronzo Antico, per continuare con l’area romana dei Giardini Luzzati e l’evoluzione dell’arco portuale attraverso gli allestimenti delle stazioni di S. Giorgio e Darsena, terminando poi a Principe con il racconto del borgo S. Tommaso e delle mura.

A tutti i partecipanti sarà distribuita la fidelity card per collezionare i timbri e ottenere una visita gratuita

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 335 1278679 e a enjoygenova@archeologia.it