Il genovese e il leghista

Addio al Doge Ravera, Salvini: “E’ la bandiera della Lega, a Genova dobbiamo vincere anche per lui”

Dopo l'ultimo saluto Salvini si è recato in Regione dove alle 12 si terrà una conferenza stampa per annunciare probabilmente il candidato alle amministrative

Liguria. “Non era, è la bandiera della Lega. Abbiamo il dovere di vincere in Comune a Genova, anche per lui, per coronare le sue battaglie. Ce la metteremo tutta, anche di più”. E’ l’ultimo saluto del segretario federale del Carroccio, Matteo Salvini, a Bruno Ravera, padre fondatore della Lega Nord in Liguria. Salvini è sceso a Genova non appena appresa la notizia della morte di Ravera, da tempo ricoverato all’ospedale Galliera dove poi si è spento all’età di 87 anni.

Non un carattere facile, in stile con la sua stessa città, come è stato ricordato. “Genovese e leghista, borbottante ma costruttivo. E sempre elegante, come oggi”, ha aggiunto Salvini con un filo di commozione. Nella camera ardente, allestita al Galliera, insieme al segretario anche l’assessore regionale Edorardo Rixi, Francesco Bruzzone, e altiri esponenti legisti arrivati alla spicciolata. Il rosario si terrà stasera alle 18.30 in Basilica a Carignano, mentre il funerale sarà celebrato nella stessa basilica, domani alle 16.10.

Salvini, lasciata la camera ardente, si è recato in Regione dove alle 12 è attesa una conferenza stampa del centro destra in cui probabilmente sarà ufficialmente annunciato il candidato alle amministrative genovesi.

leggi anche
funerali bruno ravera
Ultimo saluto
Anche Umberto Bossi ai funerali di Ravera: “Bruno, uno che ci credeva”
Giorgia Meloni e Giovanni Toti
Parola d'ordine unità
Genova 2017, Meloni propone listone centrodestra. Toti: “Bene, Liguria pronta”