Quantcast
Prima sconfitta dell'anno

Un’autorete di Izzo condanna il Genoa alla sconfitta con la Roma fotogallery risultati

Genoa Vs Roma Serie A

Genova. Non era di sicuro la squadra migliore da incontrare dopo la sosta natalizia e dopo una squadra nuovamente alla ricerca di un equilibrio tattico a centrocampo. Il Genoa trova la seconda sconfitta consecutiva in casa, contro la Roma di Spalletti. È un autorete di Izzo a fine primo tempo a condannare i rossoblù.

Senza Pavoletti e Rincon, partiti per altri lidi, Juric conferma il Cholito come vertice offensivo e arretra Rigoni a centrocampo, affiancato da Cofie, con Ninkovic in posizione centrale a supporto di Ocampos e Simeone. La Roma si presenta con un 3-4-1-2, che diventa Dzeko e Perotti i due attaccanti e Nainggolan leggermente più arretrato, ma spostato a destra.

Partenza a razzo e un infortunio

È subito Genoa, Laxalt al 1′ ha spazio per il tiro e con un piatto destro angolato e preciso costringe Szczesny ad allungarsi e compiere la prima parata dell’anno, deviando in angolo.

Al 3′ è la Roma a sfiorare il vantaggio, ma Perin dice di no a un tiro al volo di Dzeko, ma nell’azione si infortuna al ginocchio sinistro e al 9′ è costretto ad alzare bandiera bianca: entra Lamanna, come capitò due anni fa proprio contro i giallorossi.

Le maglie difensive rossoblù non si stringono a dovere al 15′, quando Nainggolan si incunea verso l’area di rigore servito da Dzeko, ma la conclusione è fuori misura pur da posizione favorevole e termina sopra la traversa.

La Roma fa possesso palla e il Genoa sembra soffrire in mezzo al campo, mancano i punti di riferimento anche nella ripartenza e Cofie per poco al 22′ non si fa rubar palla in una posizione molto pericolosa sulla propria tre quarti difensiva.

Il Genoa protesta al 24′, chiedendo un calcio di rigore per un intervento di Strootman su Rigoni in area di rigore, il gioco continua e i rossoblù trovano il tiro con Ocampos, ma Szczesny blocca senza troppi problemi.

Autorete sfortunata

I problemi a centrocampo dei rossoblù in fase difensiva continuano, tanto che Ninkovic è spesso a supporto di Rigoni, mentre Cofie fa diga ancora più indietro per arginare Nainggolan e la Roma si troverebbe praterie se proprio Cofie non ricorresse al fallo che vale il primo cartellino giallo della partita (27′).

Al 36′ la Roma passa in vantaggio con un’autorete di Izzo, sfortunato nel mettere la gamba su un tiro di Bruno Peres che non era sicuramente destinato alla rete.

Il Genoa avrebbe l’occasione per il pareggio subito dopo, ma la punizione velenosa di Ninkovic è respinta dal palo.

Secondo tempo, poche occasioni, sprecate

La ripresa comincia senza cambi e con la Roma che guadagna subito due calci d’angolo e De Rossi che viene ammonito per proteste, dopo che i giallorossi sono costretti a mettere la palla in fallo laterale perché Fazio è rimasto a terra dopo un incontro ravvicinato del volto con la scarpa di Burdisso (5′).

La Roma gioca ma non riesce a chiudere la partita, il Genoa si affida a qualche azione in ripartenza, ma non riesce a sfruttare le rare indecisioni dei giallorossi in area di rigore e prova dalla distanza con Lazovic, il cui sinistro si spegne di pochi centimetri a lato dalla porta avversaria.

Al 58′ è il palo a salvare la squadra di Juric: su cross di Nainggolan, Dzeko trova il tempo per l’anticipo, ma il legno nega il raddoppio.

Juric decide di gettare nella mischia Edenilson per Ninkovic (62′), ma non cambia l’assetto tattico.

È però la Roma a sprecare ancora al 70′ con Dzeko un pallone interessante, ancora una volta spedito sopra la traversa.

La partita sembra spegnersi, il Genoa non riesce a creare occasioni pericolose, con Simeone ben controllato da Fazio, il Cholito riesce solo al 76′ a trovare lo spazio per un colpo di testa, che però termina fuori. Juric tenta il tutto per tutto inserendo il neoacquisto Pinilla per Lazovic, in contemporanea entra El Shaarawi per Perotti (78′). Il cileno spedisce fuori una punizione da posizione interessante e poco altro.

Ultimi cambi per la Roma: fuori Peres per Manolas (85′) e Nainggolan per Paredes (88′). In pieno recupero è Ocampos ad avere l’occasione del pari con una girata destinata a insaccarsi sotto la traversa, ma non è giornata: il colpo di reni di Szczesny è prodigioso e salva il risultato.

Finisce così, con un po’ di amaro in bocca.

Genoa-Roma 0-1

Reti: 36′ aut. Izzo

Genoa: Perin (9′ Lamanna), Izzo, Burdisso, Munoz, Lazovic (78′ Pinilla), Cofie, Rigoni, Laxalt, Ninkovic (62’Edenilson) Ocampos, Simeone.

A disposizione: Zima, Gentiletti, Biraschi, Beghetto, Orban, Pandev, Fiamozzi, Morosini, Quaini.

Allenatore: Juric

Roma: Szczesny, Rudiger, Fazio, Juan Jesus, Peres (85′ Manolas), De Rossi, Strootman, Emerson, Nainggolan (88′ Paredes), Dzeko, Perotti (78′ El Shaarawi).

A disposizione: Lobont, Alisson, Totti, Seck, Rui, Gerson, Tumminello.

Allenatore: Spalletti

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Ammoniti: Cofie, Ocampos (G); Rudiger, De Rossi, Strootman, Fazio (R)

Spettatori: paganti 3.248, incasso 97.914, abbonati 18.041, quota gara 156.135 euro

leggi anche
Genoa Vs Roma Serie A
Brutta notizia
Mattia Perin, l’infortunio al ginocchio è grave: stagione finita