Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Napoli-Sampdoria, 2-1 al 95°: decide un’espulsione assurda risultati

Samp in dieci per quasi tutto il secondo tempo, subisce all’ultimo minuto, di un lungo recupero, una ingiusta sconfitta

Napoli. Napoli-Sampdoria è l’interessante anticipo serale che, dopo Empoli-Palermo, apre l’anno calcistico 2017.

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri è costretto a reinventarsi la difesa, vista la squalifica di Albiol e le partenze di Koulibaly e Ghoulam per la Coppa d’Africa, tuttavia la rosa partenopea annovera giocatori di altrettanto spessore, al punto che il mister partenopeo si può permettere di lasciare in panchina Nikola Maksimović (13 presenze con la nazionale della Serbia, prelevato in estate dal Torino, con obbligo di riscatto a costi “proibitivi”) e dare le maglie da titolari a Vlad Chiricheș (43 partite con la Romania) e a Lorenzo Tonelli, suo ex fedelissimo ad Empoli)… insomma le punte blucerchiate troveranno ugualmente “pane duro, per il loro denti”…

In casa Samp, Giampaolo non butta nella mischia Bartosz Bereszyński, esterno difensivo, appena arrivato dal Legia Varsavia, preferendogli il portoghese Pedro Pereira, che insistenti voci di mercato danno in partenza, con destinazione Lisbona (Benfica). La sorpresa è rappresentata dal ceco Schick, in campo al posto di Muriel, evidentemente considerato non al top per la trasvolata oceanica.

Si gioca a zona… non di meno, saranno molti i confronti individuali sul terreno del San Paolo, anche se mancherà quello fra i giovani registi: il guineano Amadou Diawara (lasciato in panca) e l’uruguagio Lucas Torreira, che si spera non abbia perso la Trebisonda per le tante chiacchiere sul contratto.

Queste le formazioni, agli ordini del sig. Marco Di Bello di Brindisi:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Tonelli, Chiriches, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Lorenzo Insigne.
A disposizione: Rafael, Sepe, Maggio, Lasicki, Maksimović, Rog, Diawara, Giaccherini, Zielinski,
Roberto Insigne, Gabbiadini, Pavoletti.

Sampdoria(4-3-1-2): Puggioni; Pereira, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Praet; Alvarez
Quagliarella, Schick.

A disposizione: Tozzo, Krapikas, Bereszyński, Dodô, Pavlovic, Palombo, Cigarini, Linetty, Djuricic, Fernandes, Budimir, Muriel

Gli azzurri partono forte e i primi applausi, al 2°, sono per la coppia Insigne/Mertens, chiusa in angolo.

Al 4° Barreto atterra Hamsik, ma la punizione di Mertens, dai 25 metri, lambisce l’incrocio dei pali.

Primi venti minuti di sofferenza, col Napoli a condurre le danze…

Al 22° Alvarez cerca il goal da lontano, ma la sua conclusione è deviata in angolo.

Al 26° Puggioni para, in due tempi, su Mertens, involatosi sulla fascia destra.

Al 27° Tonelli spinge a terra Praet al limite della sua area… ma la punizione di Alvarez scavalca la barriera ed esce di una spanna.

Al 30° Schick va via sulla destra, salta Chiriches e la mette in mezzo, dove Hysaj, per anticipare Quagliarella, la mette nella sua porta di petto… Samp in vantaggio!

Al 32° ‘coast to coast’ di uno straripante Regini, mentre sull’altra fascia Pedro Perreira contiene bene Insigne…

Anche nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione di gioco, si soffre, ma la Samp di fronte allo ‘squadrone’ Napoli ‘tiene botta’ …

Si riprende con identiche formazioni in campo… e subito arriva un’occasione colossale per Mertens, che, dal dischetto del rigore, alza sopra la traversa.

Al 48° Hamsik ci prova da lontano, ma la palla esce di 4/5 metri, a lato del palo a sinistra di Puggioni.

Al 50° finisce la partita di Quagliarella… entra Muriel per sfruttare eventuali contropiedi.

Al 51° ancora Hamsik da lontano e a lato… sembra di assistere all’assalto di Fort Apache… “riusciranno i nostri eroi a portare il risultato a casa?”

Al 53° giallo a Silvestre, che mette giù Mertens, che lo aveva scavalcato… la punizione di Insigne è troppo ‘morbida’ per impensierire Puggioni, ma la Samp si difende troppo bassa.

Al 58° fuori Allan, dentro Zielinski, per migliorare la qualità offensiva del Napoli e subito due palle d’oro per Schick, ma la fortuna non è dalla sua parte.

Al 60° arbitro protagonista… espelle Silvestre, che “corre vicino” a Reina… uno scandalo, Samp in dieci…

Al 64° Dodo’ al posto di Schick.

Al 68° grande occasione per Mertens, su assist di Callejon… palla fuori, con Puggioni impotente.

Al 69° giallo a Hysaj.

Al 70° buona chiusura in angolo di Dodo’… sul corner Mertens sfiora il goal di testa.

Al 71° Gabbiadini per Jorginho e subito impegna Puggioni di testa, ma debolmente.

Al 72° Muriel incontenibile… bravo Reina a salvare in angolo.

Al 74° ancora buona chiusura di Dodo’, che mette in angolo di testa.

Al 75° entra Linetty per Praet, mentre Skriniar continua a giganteggiare in difesa…

Come non detto… al 77°, Callejon la mette in mezzo per Gabbiadini, che – di coscia – segna da due passi (1-1).

All’84° Puggioni mette i guanti di Piero Battara e “dice no” a Gabbiadini, mettendo in angolo una potende conclusione dell’ex doriano.

All’85° Insigne, in fuorigioco non segnalato, scuote la rete esterna.

All’86° grande Puggioni… spettacolare parata su Hamsik… continua la tradizione favorevole, al San Paolo, per i portieri blucerchiati.

Al 90° gran controllo di petto di Insigne e tiro alle stelle.

Cinque inspiegabili minuti di recupero…

Al 91° Torreira salva in corner, mentre Di Bello espelle anche un paio di componenti della panchina del Doria.

Altri trenta secondi di recupero, dopo i cinque minuti in precedenza accordati e Tonelli segna… ingiustizia è fatta!