Quantcast
Argomento

Profughi nell’ex bocciodromo di San Benigno, il Municipio: “Siamo contrari” fotogallery

Marenco: "Siamo per l'accoglienza e la pratichiamo, ma le scelte vanno condivise"

Genova.“Abbiamo appreso la notizia dai media e questo già è un elemento negativo. Accoglienza e solidarietà sono valori anche nostri che ci vedono impegnati tutti i giorni i nuclei di profughi che abbiamo già tra Sampierdarena e San Teodoro, ma qui c’è un problema di dove e come vengono prese le decisioni”. Il presidente del Municipio Centro- Ovest Franco Marenco commenta così la notizia che la prefettura di Genova ha acquisito il capannone dell’ex Bocciodromo del Porto per trasferirci parte dei profughi che sono oggi alla Fiera.

In particolare, rispetto alla scelte del capannone di San Benigno il Municipio esprime una netta contrarietà: “Quella è una zona già piena di problemi a partire dalla prostituzione e dai tossicodipendenti. Se si fanno operazioni per tentare di rilanciare quella parte del quartiere come potrà essere l’arrivo di Decathlon poi queste scelte rischiano di vanificare il lavoro fatto”. Il municipio contesta anche i numeri: “Si parla di numeri molto alti, di una sorta di centro di smistamento al posto della Fiera e questo rende difficile la gestione con il quartiere e rischia solo di alimentare paure”. Marenco però chiarisce la posizione del Municipio rispetto all’accoglienza e rivendica il lavoro fatto: “Collaboriamo quotidianamente con Arci, parrocchie e cooperative per favorire l’integrazione e la conoscenza reciproca tra abitanti e profughi. Sul nostro municipio ne abbiamo circa 200 e non vogliamo certo essere accomunati a forze politiche che rifiutano l’accoglienza, ma chiediamo una maggior comunicazione e una condivisione delle scelte”.

“Sicuramente il superamento della Fiera è necessario – commenta la consigliera delegata della Città metropolitana Cristina Lodi – ma questo superamento deve realizzarsi con la collaborazione di tutti i comuni della città metropolitana mentre al momento solo 21 su 67 hanno accolto profughi e casualmente sono tutti di centro sinistra. Credo che il sindaco metropolitano Marco Doria su questo dovrebbe farsi sentire oltre ché contattare al più presto il Municipio Centro Ovest”.

leggi anche
bocciofila san benigno
Ex bocciodromo
Profughi a San Benigno, Doria: “Centro di prima accoglienza è un obbligo”
migranti fiera di genova
Entro il 10
Arriva Fiera Primavera, i profughi lasciano il padiglione D
bocciofila san benigno
Entro luglio
130 migranti a San Benigno, il municipio Centro Ovest pronto a portare i cittadini in piazza
bocciofila san benigno
Questione migranti
Profughi a San Benigno, giovedì Sampierdarena scende in piazza per dire “stop”