Quantcast
La sfida

La rotonda dei tonni suicidi e il mega mortaio di Prà: a Genova due dei monumenti più “curiosi”

Si vota per il Monumentellum, lanciato da I provinciali, condotto da Pif e Michele Astori su Radio 2

Genova. Chissà che l’obiettivo non fosse questo dal principio. Genova piazza ben due finalisti su cinque al Monumentellum, la sfida per stabilire l’opera architettonica più curiosa d’Italia. E’ così che Molassana e Prà assurgono alla ribalta nazionale, all’interno del popolarissimo programma radiofonico di Radio 2 “I Provinciali”.

Le due costruzioni che solo pochi mesi fa si attirarono critiche a non finire sono naturalmente “la rotonda dei tonni suicidi” tra via Emilia e via Piacenza e la rotonda “la Terra del basilico” a Prà. Ci furono proteste e apprezzamenti per scelte architettoniche considerate discutibili e il caso finì anche in consiglio comunale.

Ora ci pensano I provinciali: per far vincere ed elevare le rotonde genovesi basta un “mi piace” su Facebook, ma la concorrenza è agguerrita. Si va dal pisello nano di Zollino (Lecce), al camionista di Borgo Panigale (Bologna), al monumento alla salama da sugo di Madonna dei Boschi (Ferrara). Un trionfo di varietà e anche di fantasia che promette di sollevare la prima classificata dal pantano delle polemiche e di elevarla ad opera d’arte. O almeno a fenomeno di costume.

Più informazioni
leggi anche
  • “Rotonda dei tonni suicidi”: interrogazione e dichiarazione del consigliere Aimé
  • Non piace
    “Tonni troppo cari” a Molassana: ancora polemica sulla rotonda da 9 mila euro
  • Ancora polemiche
    La “rotonda dei tonni suicidi” diventa una pagina Facebook: “eliminiamo i tonni da Molassana”
  • No alla rotonda
    La “rotonda dei tonni suicidi”, per il presidente del municipio è una “c…ta pazzesca”
  • Non solo estetica
    Tonni suicidi, in municipio la mozione per rimozione e messa in sicurezza della rotonda
  • Sotto esame
    Rotonda dei tonni suicidi, verifica tecnica su pericolosità: sul tavolo la proposta di rimozione