Quantcast
Indagini in corso

Incendio nel deposito: famiglie ancora sfollate a Sestri Ponente fotogallery

Appartamenti ancora inagibili per il forte odore lasciato dai solventi chimici bruciati e per gli effetti del fumo

Sestri Ponente. Non possono ancora fare rientro nelle loro abitazioni sei famiglie costrette ieri pomeriggio a lasciare un edificio di via Galvani per un incendio che ha distrutto il magazzino di idrosanitari Merello, a Sestri Ponente.

I vigili del fuoco sono tornati sul posto per un sopralluogo e gli appartamenti sono stati dichiarati ancora inagibili per il forte odore lasciato dai solventi chimici bruciati e per gli effetti del fumo. Le fiamme sarebbero state causate dai petardi lanciati da un ragazzino e che avrebbero raggiunto il magazzino dove erano custoditi materiali e liquidi altamente infiammabili.

Al vaglio degli investigatori però anche altre ipotesi, come il cortocircuito o il gesto doloso. Il fumo e le fiamme hanno costretto un centinaio di persone, che risiedono in tre edifici, a lasciare le case per alcune ore. Le sei famiglie, i cui appartamenti sono a ridosso del magazzino, hanno trovato ospitalità da amici e parenti.

Gli investigatori stanno vagliando anche la posizione del titolare del negozio per valutare se potesse tenere quel materiale in magazzino senza violazioni delle norme di sicurezza.

Più informazioni
leggi anche
Fiamme nel deposito di rifiuti pericolosi della Fideco
Il precedente
Incendio nel deposito di rifiuti pericolosi della Fideco, il proprietario era stato minacciato
Sestri ponente, incendio in piazza Clavarino
Fumo nero
Sestri ponente, a fuoco un deposito in piazza Clavarino, due famiglie ancora sfollate: proprietario rischia aggressione
Vasto incendio boschivo sul monte Fasce
Località poggio
Boschi in fiamme a Bogliasco: incendio sopra il campo della Sampdoria
incendio mignanego
Fiamme
Mignanego, incendio in un’abitazione: brucia il tetto