Orsa denuncia

Genova, incubo sulla linea 607: urla, calci e risse a bordo del bus

"Passeggeri e autisti prigionieri sul bus"

Genova. Un viaggio da incubo quello che quasi ogni sabato sera si trovano ad affrontare autisti dei bus e passeggeri sulla linea 607, che parte da via Dante alle 22.45 per Nervi. La denuncia arriva ancora una volta dal sindacato Orsa, che racconta cosa è accaduto ieri sera.

“Sono immediatamente iniziati gli schiamazzi e le urla a bordo per tutto il tragitto fino a piazza Verdi. Qui, sul mezzo che era già strapieno, sono salite altre persone in evidente stato di ebbrezza ed è scoppiato il putiferio”, spiega il sindacato.

Pugni sui vetri, sul tetto, spintoni, urla e anche due piccole risse a bordo, che hanno portato all’obbligatoria interruzione della corsa per ovvi motivi di sicurezza.

“Subito sono state chiamate le forze dell’ordine, ma a quel punto tutti sono scappati, tranne i passeggeri che volevano davvero raggiungere una meta e che certamente non erano i responsabili di quanto accaduto, ma casomai vittime. A bordo, fin dall’inizio del viaggio, erano presenti le guardie giurate preposte al servizio di sicurezza, ma si sono dimostrate inadeguate alla situazione – prosegue l’Orsa – una situazione che si ripete nei fine settimana, soprattutto il sabato sera, e che ormai è diventata insopportabile”.

Per questi motivi il sindacato chiede che venga trovata una soluzione definitiva: “Non si può continuare ad essere prigionieri di questi vandali che non rispettano nulla e nessuno e che continuano a rimanere impuniti”.

Più informazioni
leggi anche
  • Di nuovo
    Genova, nuova aggressione sul bus: giovane prende a pugni l’autista
  • In gruppo
    Genova, nuova aggressione sul bus: autista Amt finisce all’ospedale
  • Aggressione
    Paura a Pra’, spari contro il bus: finestrino distrutto da un proiettile
  • Nella notte
    Continua l’incubo sulla linea 607: ragazzo minaccia l’autista del bus