Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Efficienza e risparmio, Sestri Levante riorganizza turismo e cultura con Mediaterraneo

Sestri Levante. Il Consiglio Comunale di Sestri Levante ha approvato la delibera che individua la società pubblica Mediaterraneo Servizi come lo strumento dell’Amministrazione per gestire servizi di promozione turistica e culturale in maniera più agile, efficace ed economica, attraverso la produzione di un risparmio annuo per l’Ente di quasi 50 mila euro.

Un percorso iniziato nel 2013 con la messa in liquidazione di Fondazione Mediaterraneo, l’avvio del Polo tecnologico, l’acquisizione e la riorganizzazione della società Mediaterraneo Servizi come società operativa “in house” del Comune. In maniera progressiva e con un periodo di verifica dei risultati, Mediaterraneo ha assunto la gestione del centro congressi dell’Annunziata, dell’arena e del park Conchiglia e dei punti di informazione turistica di Sestri Levante, l’organizzazione di alcune manifestazioni, il bike sharing cittadino e il sostegno tecnico logistico alle iniziative prese dalla Conferenza del Turismo per la promozione della città.

In questi due anni la nuova formula di gestione, ha prodotto risultati importanti anche dal punto di vista degli investimenti privati, dei ricavi dalle attività e dei minori costi. Il Polo Tecnologico continua ad attrarre aziende di qualità: ad oggi tutti gli spazi sono affittati e sono otto le aziende presenti, con circa cento occupati nel settore hitech. Un dato di grande rilevanza anche vista la difficile congiuntura economica. La gestione dei locali dell’Annunziata e di Palazzo Cambiaso, nel suo complesso, coinvolge anche altre imprese e associazioni per un totale di 15 soggetti presenti che operano sul territorio e che versano nelle casse comunali, tra affitti, locazioni e spese condominiali e di manutenzione ordinaria, circa 190.000 euro l’anno. Un salto di qualità rispetto ai 26.000 euro annui incamerati con la precedente modalità di gestione.

Sono incrementati del 50% i ricavi per la gestione del Park Conchiglia, gli eventi promossi all’Arena e al Convento (da 35 a 70 annui), il numero annuo di matrimoni previsti all’Annunziata e sulla spiaggia di Portobello (già 30 per il 2017) e l’attività dello IAT ha registrato 15.000 richieste annue e opera 7 giorni su 7. Inoltre sono state elaborate progettazioni che hanno consentito finanziamenti ulteriori come il progetto comunitario INTERREG sulla realizzazione di itinerari turistici da percorrere con biciclette a pedalata assistita (230.000 euro il budget assegnato a Sestri Levante) ed è stato avviato un piano di manutenzione degli immobili della Baia anche con azioni di reinserimento di detenuti della Casa Circondariale di Chiavari.

Con l’atto del Consiglio, si completa questo disegno di riorganizzazione, in analogia all’impostazione delle società di servizi di comuni vicini: indirizzo e controllo delle iniziative presidiati dalla Giunta Comunale, gestione delle attività al suo strumento operativo Mediaterraneo Servizi. Il disegno delle attività di turismo si completa sia dal lato dell’organizzazione degli eventi caratterizzanti (con l’aggiunta degli eventi sportivi Andersen Run, Primavera Vela e Enduro MTB ed il neonato Riviera Film Festival), sia della mobilità e dei servizi di supporto turistico come i bus navetta, la pulizia spiagge durante il periodo estivo e la rete wi-fi del Comune. Attività che aggregate sotto un unico operatore migliorano l’efficacia della risposta.

Grande centralità alla cultura, dove si vanno ad integrare la gestione dell’attività museale e bibliotecaria e il supporto logistico/operativo del Premio e del Festival Andersen. Il passaggio gestionale dei luoghi di offerta culturale del Comune (Musel e rete bibliotecaria) consentirà di dare maggiore unitarietà, anche attraverso una progettazione più integrata di Palazzo Fascie come “Palazzo della Cultura” e spazio di promozione degli eventi della città, con l’obiettivo di offrire azioni di marketing congiunte che legano l’offerta culturale e quella turistica della città.

Terzo asse è quello della valorizzazione del patrimonio immobiliare legato allo sviluppo economico, al turismo e alla cultura: ricondurre sotto una unica gestione i rapporti con i soggetti insediati negli spazi pubblici (Palazzo Negrotto Cambiaso, Convento dell’Annunziata, Palazzo Fascie, Torre dei Doganieri, Cinema Ariston, Mercato del Pesce), consentirà al Comune di ottenere risparmi sia per quanto riguarda le spese di personale che per le attività di quotidiana gestione, che sarà seguita da un soggetto unico.

Il disegno complessivo di affidamento, di durata triennale, risponde anche al percorso di razionalizzazione delle società partecipate previsto dal cosiddetto decreto Madia: nel riassetto delle società e nell’ottica di semplificazione, la scelta è quella di confermare e mettere a sistema scelte gestionali che risultano già efficienti ed efficaci e più economiche rispetto alla gestione diretta da parte del Comune, come Mediaterraneo Servizi ha dimostrato in questi anni.

“Con questo atto si mette a sistema un disegno di semplificazione dell’offerta di servizi del Comune di Sestri Levante iniziato tre anni fa: turismo, cultura e sviluppo economico lavorano assieme, sotto una forte regia dell’Amministrazione e con la collaborazione dei soggetti privati – dichiara la Sindaca Valentina Ghio – Si fanno
dialogare gli spazi del turismo con i luoghi della cultura, si promuove la mobilità sostenibile; si rafforza la rete della promozione e dello sviluppo economico della città. Si semplifica la gestione, si rende più efficiente il sistema, si spende meno: è di 50.000 euro l’anno il risparmio generato per l’affidamento a Mediaterraneo Servizi, tra minori costi di promozione, di personale e di gestione. Risparmi che si aggiungono ai risultati già conseguiti in questi anni”.