Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Clima secco e vento forte, così si espandono i roghi: a Pra’ all’alba una raffica da oltre 80 km all’ora previsioni

Più informazioni su

Genova. Continua sulla Liguria la fase di tempo secco ma freddo, caratterizzata da valori molto bassi di temperatura percepita (windchill) a causa del forte vento.

Questa mattina, spiegano i meteorologi di Limet, cieli sereni o poco nuvolosi lungo la costa, con gelo diffuso. Temperature minime comprese tra +1°C e +4°C. Valori più rigidi nell’entroterra e sui versanti padani. Sulle cime più elevate dell’Appennino la temperatura continua lentamente a calare: attualmente il record di freddo odierno spetta al Monte Bue (GE) a quota 1785 m, con -12.8°C, seguito a ruota da Prato Della Cipolla (GE, 1585 m) che si ferma a -11.2°C. Il terzo posto spetta a pari merito al Monte Beigua (SV, 1285 m), ed a Rocca D’Aveto (GE, 1255 m).

Sole previsto anche per il pomeriggio di oggi. Il vero problema sarà il vento, lo stesso che sta espandendo gli incendi a Nervi-Apparizione e a Pegli con possibili raffiche di Burrasca Forte / Tempesta di Grecale sulla parte orientale del Tigullio, la zona di Capo Mele ed a largo.

Alle 4.39 di questa mattina a Genova Pra’ una centralina di Limet ha registrato la raffica più forte in provincia di Genova, pari a 80, 5 km/h, 66 Km all’ora alla Foce intorno alle 6, 62 Km/h a Oregina. E la situazione, almeno per le prossime ore, non sembra destinata a migliorare.