Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aule fredde, gli studenti scioperano a Rapallo e Recco. La preside: “Assenza ingiustificata”

Rapallo. Anche a Recco e Rapallo gli studenti hanno scioperato per le aule fredde, ma forse non si aspettavano la reazione della loro preside. La dirigente scolastica dei licei accorpati “Nicoloso” e “Da Vigo” ha infatti deciso di preparare subito una circolare in cui ribadisce che l'”assenza è ingiustificata”.

“Questa mattina, dopo la regolare fase di avvio del processo di riscaldamento, la temperatura delle aule alle ore 8.30 era ampiamente confacente alla vita scolastica – spiega nella circolare Nazaria Maria Persia, dirigente scolastica ‘Nicoloso-Da Vigo’, rivolgendosi a famiglie, studenti, docenti e personale dell’istituto – Nella sezione associata di Recco gli studenti si sono rifiutati di entrare senza attendere ulteriori comunicazioni. Nella sede di Rapallo si sono invitati gli studenti ad entrare e molti hanno effettivamente provveduto a recarsi in aula. E’ evidente che per tutti gli altri, come per gli studenti di Recco, l’assenza risulti ingiustificata, dal momento che le condizioni termiche dell’istituto erano ottimali”.

Le assenze collettive derivano da una situazione di disagio per temperature delle aule scolastiche che si trascina dal rientro in classe dopo le festività. “Al rientro dalle vacanze di Natale l’edificio scolastico non era adeguatamente riscaldato – continua la preside – ciò era dovuto al fatto che la Città metropolitana di Genova per
problemi finanziari di risparmio ha chiuso gli elementi radianti per tutto il periodo di sospensione dell’attività didattica”. La riaccensione, partita dalla mezzanotte dell’8 gennaio, non è stata così subito sufficiente a scaldare gli edifici “causa la loro volumetria e la loro ampiezza”.

“Nella sezione associata di Recco, per l’ondata eccezionale di freddo di questi giorni è andata completamente in blocco la caldaia”, sottolinea ancora la professoressa Persia, spiegando che stamattina rappresentanti tecnici della Città Metropolitana e del Comune erano presenti all’interno della scuola e, come nei giorni precedenti, hanno
posto in essere tempestivamente tutti gli interventi necessari al funzionamento dell’impianto e dei singoli elementi radianti”.