Quantcast
L'autopsia

Trans trovata morta al Lagaccio: sul corpo nessun segno di violenza

ambulanza

Genova. Potrebbe essere stata stroncata da una overdose o da un malore Carolina, la transessuale di 34 anni trovata morta lunedì sera nel suo appartamento al Lagaccio. Dall’autopsia effettuata ieri pomeriggio dal medico legale Alessandro Bonsignore, infatti, non è emerso nessun segno di violenza sul corpo.

La trans sarebbe morta tra venerdì e sabato scorsi, quindi tre giorni prima del ritrovamento del suo corpo, quando il cadavere era già in decomposizione. La morte potrebbe essere stata causata o all’assunzione di stupefacenti o
a da un’infezione in corso che avrebbe accelerato i tempi di putrefazione.

Il medico ha prelevato gli organi vitali per gli esami istologici e tossicologici e i risultati potrebbero arrivare nelle prime settimane di gennaio. Al vaglio degli investigatori della squadra mobile, coordinati dal pm Sabrina Monteverde, ci sono anche due siringhe trovate accanto al corpo: nei prossimi giorni potrebbe essere estratto il Dna per capire se siano state usate soltanto da Carolina o anche da qualcun altro.

Più informazioni
leggi anche
polizia
Le indagini
Trans trovata morta al Lagaccio, l’ex fidanzato convocato dalla polizia: al vaglio anche la lista dei clienti
polizia notte
Indagini in corso
Lagaccio, transessuale trovata morta: forse un malore