Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo Valico, cantiere rispetta i tempi. Rifondato osservatorio ambientale

Più informazioni su

Genova. “Siamo in uno stadio molto avanzato, l’opera è in corso e, come sapete, recentemente ad agosto il CIPE ha approvato il quarto lotto, che ammonta un miliardo 630 milioni di euro e quindi, nei prossimi mesi, avremo una copertura finanziaria che è intorno al 60% dell’opera. Sono circa 2000 le persone occupate e i cantieri aperti, attualmente saranno una cinquantina fra tutto, dal cantiere a Operativo al campo base al deposito dello smarino ai molti cantieri di viabilità”.

Terzo Valico, cade l'ultimo diaframma della galleria del Campasso a Fegino

Iolanda Romano, commissario governativo per il terzo valico ha fatto il punto sullo stato dell’opera nel corso dell’assemblea di Transpadana, l’associazione nata per promuovere e accelerare la realizzazione di un sistema di corridoi ferroviari europei ad alta velocità. Un’opera, ha spiegato il commissario, che sta mantenendo i tempi previsti nonostante le vicende giudiziarie che hanno interessato una parte del Cociv iel general contractor che realizza l’opera. “RFI è subentrata nella direzione dei lavori quindi ha preso in carico con piena responsabilità l’avanzamento del cantiere e le cose stanno procedendo – ha sottolineato – Rfi, con noi con il governo, con i governatori delle tre regioni Liguria Piemonte e Lombardia che hanno chiesto a gran voce di non fermare quest’opera perché la considerano di grande interesse strategico, stiamo lavorando per recuperare qualche settimana di rallentamento. Siamo al lavoro proprio in questo momento per capire come costruire una rete protettiva intorno sia ai lavori che alle maestranze, per fare in modo che entro fine gennaio si possa ricominciare a spron battuto”.

“I lavori nella galleria di Cravasco potrebbero tranquillamente riprendere perché tutti i dati di monitoraggio ambientale relativi alla aerodispersione dell’amianto sono molto confortanti”. Il commissario del terzo Valico, Iolanda Romani, a margine dell’assemblea di Transpadana, a Genova, ha rassicurato sulla situazione del cantiere. “I dati sono al di sotto di tutti i limiti di legge, che sono di due fibre/litro all’interno della galleria di scavo e una fibra/litro nell’ambiente di vita – ha spiegato – quindi si può tranquillamente ricominciare. Adesso c’è una breve pausa natalizia e quindi, per qualche giorno, ci sarà un interruzione ma nella galleria di Cravasco i lavori ripartono con la massima tranquillità”.

E sempre in tema di ambiente il commissario ha anche annunciato la rifondazione dell’osservatorio ambientale. “Abbiamo fatto una proposta che è stata approvata dal Cipe il 2 dicembre – ha spiegato – che prevede una totale riorganizzazione dell’osservatorio ambientale, che sarà spostato sul territorio avrà sede presso la Prefettura di Alessandria. la sua composizione e’ stata estesa alle Arpa, quindi agli enti che proprio per statuto sono impegnati nel controllo dell’ambiente, e ha un membro dell’Istituto Superiore di Sanità quindi ha maggiore tutela anche degli aspetti sanitari che riguardano sia i lavoratori che i cittadini”. Il commissario ha inoltre ricordato che proseguono i tavoli di mediazione, 9 quelli su aspetti specifici con oltre 40 riunioni e 170 tra incontri, visite e sopralluoghi in cantiere, e prosegue il lavoro di informazione ai cittadini dei 14 comuni interessati dai cantieri che vedrà, oltre agli operatori “infopoint ” anche l’apertura, nei prossimi giorni di un sito internet e di una pagina Facebook dedicati.