Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie C1, brillano gli Amatori Genova: a Sant’Olcese cade anche l’Union Riviera risultati

Seconda vittoria per i azulgrana

Sant’Olcese. Che per le squadre capolista rendere visita agli Amatori sul proprio campo non sia una passeggiata era già stato chiaro al Cus Pavia che qui aveva trovato la sua prima sconfitta stagionale ma adesso lo è anche per l’Union Riviera che porta a casa il solo punto di bonus.

La squadra genovese, reduce dall’incredibile sconfitta subita in quel di Rivoli prima della lunga sosta di novembre, aveva necessità di ritrovarsi anche se a complicare le cose ci hanno pensato le varie defezioni che hanno costretto Paul Marshallsay a schierare l’ennesima versione della prima linea.

Nonostante ciò il pacchetto degli avanti, costretto a confrontarsi con un reparto avversario ben più pesante ed esperto, ha retto bene all’inizio del match, si è smarrito subendo per buona parte del secondo tempo per poi dare fondo alle ultime energie nei dieci minuti finali quando è stato necessario difendere l’esiguo vantaggio conquistato.

Come risulta dal punteggio finale, 7-5, la partita è stata molto equilibrata, condizionata dal forte vento e dove le difese la hanno fatta da padrone; dei due attacchi sicuramente quello azulgrana è stato più intraprendente, vivace e creativo anche nel secondo tempo quando è rimasto orfano di Tazio Marcellino, vittima di un placcaggio in ritardo sostituito degnamente da Semino. Ma nel rugby le partite si vincono anche con il cuore e domenica in campo il cuore ce lo hanno messo soprattutto i padroni di casa che hanno così conquistato una meritata vittoria sulla più blasonata squadra avversaria.

Il primo tempo, terminato in maniera inusuale sul risultato di 0 a 0, ha visto una netta prevalenza territoriale dei genovesi che hanno da subito sorpreso gli avversari aggredendoli su ogni pallone a togliendo loro il tempo per ragionare ma che non sono riusciti a concretizzare le occasioni create. Il pacchetto degli avanti ha conquistato parecchi palloni rifornendo costantemente il reparto dei trequarti per piacevoli giocate impreziosite dai puntuali inserimenti dell’estremo sempre tamponate dai gialloneri.

Per contro il Riviera, costretto a difendere ed in difficoltà a risalire il campo a causa del forte vento contrario, è riuscito a far visita nei ventidue avversari solo un paio di volte ma ne è sempre ritornato a mani vuote mostrando vistose lacune nel gioco aperto. Nota dolente l’uscita dal campo al 39° di Tazio Marcellino che fino a quel momento aveva disputato una buona prova portando sempre la squadra a giocare in avanzamento mentre il disturbo del forte vento gli aveva impedito di tentare la via dei pali in un paio di occasioni.

Nella ripresa gli Amatori, pur giocando contro vento, iniziano bene e dopo 3’ David Marshallsay ha l’occasione per portare in vantaggio la sua squadra grazie ad un calcio di punizione concesso per la fallosità dei rivieraschi nelle fasi chiuse di gioco, ma la palla finisce abbondantemente a lato. Sul capovolgimento di fronte gli ospiti si portano avanti e dopo una serie di percussioni riescono a segnare una meta che lascia tutti perplessi per un possibile doppio movimento del marcatore; il vento porta via il pallone della trasformazione ed il risultato si fissa sullo 0 a 5.

I giocatori di casa non ci stanno e si riversano in avanti, creano occasioni su occasioni fermate spesso con falli ripetuti che non inducono però l’arbitro a prendere provvedimenti disciplinari; al 22° Barioglio rileva un Caruso sofferente per un colpo ricevuto dopo pochi minuti ma che ha tenuto stoicamente il campo per quasi un’ora. Adesso è marea azulgrana, la pressione è totale, si gioca un vantaggio, volata in meta ma la stessa non viene concessa perché la palla è stata tenuta alta. Si riparte dalla punizione concessa: palla in touche, rolling maul perfetta e finalmente “Spartaco” Gargiullo schiaccia in meta. David Marshallsay fa galleggiare la palla nel vento e centra i pali: sorpasso meritatissimo.

E’ il 30° e adesso ci sono dieci minuti da soffrire, ma gli Amatori ci sono e continuano a pressare per tenere l’Union nella sua metà campo a distanza di calcio, la mischia arranca ma tiene, ogni uomo non concede il vantaggio all’avversario nell’uno contro uno, solo un errore sulla linea di metà campo concede un ultima chance ai rivieraschi che però la sprecano commettendo un avanti e decretando la vittoria per i padroni di casa.

Difficile la scelta del chiodo assegnata ad un sempre più convincente Marzio Marcellino. E adesso, dopo una settimana di riposo, gli Amatori affronteranno il Savona.

I genovesi hanno schierato la seguente formazione: 15 Falchi A.; 14 Rattazzi F.; 13 Colloca T.; 12 Giallorenzo L.; 11 Marshallsay D.; 10 Marcellino T.; 9 Giovenco M.; 8 Palomba N.; 7 Benveduti G..; 6 Pidalà G.; 5 Gargiullo D.; 4 Caruso S.; 3 Massone A.; 2 Marcellino M.; 1 Tchouta Y.; 16 Giacobbe E.; 18 Fezzardi E.; 19 Davitti S.; 20 Barioglio L.; 21 Semino E.; 22 Girardini F.; 23 Di Nardo R.