Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parità tra Chievo-Genoa e ora la testa è già a San Siro contro l’Inter risultati

Più informazioni su

Verona. Dimentichiamoci la vittoria storica con la Vecchia Signora a Marassi. Al Bentegodi si è visto un altro Genoa. I ragazzi di Juric si sono svegliati solo al secondo tempo dopo aver rischiato il gol su rigore al primo tempo. Si sono messi in luce Fiamozzi e Ninkovic che è un giocatore che sta facendo bene e sul quale Juric crede moltissimo. Contro il Chievo è finita 0-0 e un punto da portare a casa forse è troppo poco sia per i rossoblù che per i tifosi. Squadra e supporters speravano forse in una trasferta decisamente più esaltante. Il Genoa sale a 20 punti, ma c’è già da pensare all’Inter con il match dell’11 dicembre.

Il primo lampo della partita a Verona lo si è visto al 20’ con un miracolo di Perin che ha chiuso la saracinesca ad un pericoloso pallone calciato da Inglese. Il giocatore del Chievo aveva raccolto un bel passaggio per poi spararlo da 15 metri all’angolino basso di sinistra. Due minuti dopo Fiamozzi ha mancato una grande occasione dentro l’area piccola dopo che la palla gli è rimpallata sui piedi. Ha spedito la sfera oltre la traversa di Sorrentino. Sussulto anche al 33’ con Meggiorini del Chievo che con una bella sforbiciata ha centrato la parte alta della traversa. Tre minuti più tardi Munoz ha messo a terra Meggiorini. L’arbitro Carmine Russo ha visto tutto ed ha fischiato il penalty assegnando il rigore al Chievo. Ma dagli undici metri Birsa ha fatto volare il pallone fuori dallo specchio della porta di Perin.

Un primo tempo che si è chiuso sul punteggio di 0 a 0. Una partita molto fisica e poco tecnica. Meglio comunque i padroni di casa, che con Meggiorini hanno preso una traversa; sempre l’attaccante è stato bravo a guadagnare un calcio di rigore, che però Birsa ha calciato alle stelle.

Nel secondo tempo, al 10′ il Chievo Verona ha guadagnato una buona punizione, però sugli sviluppi non è riuscito ad approfittarne. Ma è stato il Genoa al 20′ ad essere più pericoloso dei padroni di casa. Il Grifo ha continuato ad attaccare, senza però trovare l’ultimo decisivo passaggio. Ha sfiorato il gol con Ninkovic che si era liberato bene per poi lasciar partire un destro da fuori area che si è stampato sul palo più lontano. Una fiammata al 26′. Bella giocata al 76′ per i rossoblù. Grande assist ricevuto da Giovanni Simeone che ha lasciato partire un missile dal limite dell’area che però è finito alto sopra la porta. E’ stato comunque Fiamozzi ha mettersi in luce anche nell’ultima parte del match: dopo aver ricevuto uno splendido passaggio ha deciso per il tiro con il pallone sarebbe terminato probabilmente all’angolino basso di destra se Stefano Sorrentino non ci avesse messo una pezza con la sua parata.

Un secondo tempo migliore per i rossoblù. Più Genoa che Chievo, ma che non è riuscito a mettere il sigillo ad una partita importante in vista dell’altro impegno a San Siro con l’Inter. L’impressione generale della partita è piuttosto scialba e non divertente.

Prima del fischio di inizio è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la tragedia che ha colpito la Chapecoense.

Tabellino

Chievo (4-3-1-2): 70 Sorrentino; 21 Frey, 3 Dainelli, 5 Gamberini, 18 Gobbi; 19 Castro, 8 Radovanovic, 1 De Guzman; 23 Birsa; 69 Meggiorini, 45 Inglese. All. Maran  A disposizione: 90 Seculin, 98 Confente, 20 Sardo, 2 Spolli, 12 Cesar, 36 Costa, 28 Bastien, 4 N. Rigoni, 13 Izco, 56 Hetemaj, 83 Floro Flores, 31 Pellissier.

Genoa (3-4-2-1): 1 Perin; 5 Izzo, 8 Burdisso, 21 Muñoz; 22 Lazovic, 88 Rincon, 44 Veloso, 29 Fiamozzi; 30 L. Rigoni, 27 Pandev; 9 Simeone. All. Juric A disposizione: 23 Lamanna, 38 Zima, 2 Edenilson, 3 Gentiletti, 28 Brivio, 14 Biraschi, 4 Cofie, 10 Ntcham, 11 Ocampos, 99 Ninkovic, 13 Gakpè.

Ammoniti: Riccardo Meggiorini (Chievo) 45′, Munoz (Genoa) 1′ st., Rigoni (Genoa) 16′ st, Hetemaj (Chievo) 28′, Lazovic (Genoa) 48′.

Sostituzioni: Cofie per Veloso (Genoa); Ninkovic per Pandev (Genoa); Pellissier per Inglese (Chievo); Floro Flores per Meggiorni (Chievo); Hetemaj per Birsa (Chievo); Gakpe per Simeone (Genoa).

Arbitro C. Russo; guardalinee F. Preti, M. Vivenzi; 4° uomo L. Mondin; giudici di porta R. Abisso, A. Rapuano.