Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pareggio tra Entella e Trapani, Breda: “La vittoria sembrava arrivata, rimaniamo con l’amaro in bocca” risultati fotogallery

Iacoponi: "Alla fine il pareggio è giusto"

Chiavari. Il cuore e l’orgoglio non sono bastati. Contro il Trapani, l’Entella è riuscita a ribaltare l’iniziale svantaggio con i gol di Masucci e Pellizzer nel recupero, poi, nel finale, la beffa con il pareggio immediato di Citro. Al “Comunale” è finita 2 a 2.

Un calo mentale dei chiavaresi? “Più che mentalmente, abbiamo fatto tanti errori, non facendo la partita con intensità di altre volte – spiega l’allenatore Roberto Breda -. In un momento dove al primo tiro in porta vai sotto quasi sempre e dove poi la partita diventa in salita. Però nella difficoltà e nell’essere meno qualitativi di tante altre volte, è sempre stata una squadra che ha cercato la vittoria, con i mezzi che stasera riuscivamo ad avere. Magari anche un pochino troppo sporchi, perché negli ultimi venti minuti siamo andati alla ricerca del gioco lungo quando non è nelle nostre corde, però contro una squadra che voleva vincere, contro un avversario che ha fatto un’ottima partita. Con il cambio di tecnico tutti si sono messi a disposizione e hanno fatto bene. Spiace perché se finisce 1 a 1 non c’è niente da dire; per come si era messa ormai pensavamo di aver fatto i tre punti, in una settimana particolare dove tante hanno perso punti anche quelle di sopra. Un’altra cosa che non piace è che dopo il gol, come anche a Latina, hai quei cinque minuti di appannamento dove metti in gioco tutto quanto: un errore che non dobbiamo fare”.

“Hai fatto tanta fatica, ci hai provato, hai voluto la vittoria – prosegue -. Poi prendere un gol così a squadra schierata, dopo aver preso un palo a Latina su una situazione simile, un po’ mi fa arrabbiare. Nelle scelte di oggi c’era anche la non conoscenza del modulo del Trapani, perché hanno fatto tutta la settimana a porte chiuse cambiando tecnico, quindi poteva giocare in tutte le maniere. Ho cercato di mettere giocatori di gamba per voler avere le alternative da sviluppare durante la partita. Questa è stata una partita con tanti errori e tante difficoltà“.

Martedì i biancocelesti giocheranno il recupero contro l’Ascoli. “Anche loro hanno fatto una partita strana perché vincevano 2 a 0 e si sono fatti raggiungere al novantaseiesimo contro un Latina in nove – sottolinea Breda -. Quindi avranno tanta rabbia in corpo. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, sapendo che è una squadra che ha delle grandi individualità con un tecnico che ci terrà a far bene. Noi dobbiamo fare la nostra partita per cercare di sfruttare al massimo questa opportunità dove gli altri non giocano. La Salernitana è andata a vincere a Frosinone, il Latina ha pareggiato in nove, la Ternana ha pareggiato a Carpi, il Vicenza vince col Verona, il Trapani che ha giocatori che non meritano quella classifica ci mette in difficoltà. La B è questa e come sempre ci sono dei momenti in cui puoi non avere la brillantezza di altri periodi; però il nostro atteggiamento era ugualmente quello di chi voleva la vittoria. Spiace perché sembrava che ormai fosse arrivata, rimaniamo con l’amaro in bocca”.

Dopo il pari con Spezia e Latina, quello con il Trapani. Il difensore Simone Iacoponi la vede così: “Secondo me non è un calo mentale, perché noi cerchiamo di approcciare le partite nella maniera migliore con l’obiettivo di aggredire gli avversari e raggiungere la via del gol prima possibile. Chiaramente in queste partite è successo che nei primi tempi siamo andati in difficoltà e alla prima occasione subiamo gol. Questo non deve più succedere: bisogna partire forti dall’inizio e cercare di metterli sotto“.

Due punti persi o uno guadagnato? “Alla fine il pareggio è giusto – dice Iacoponi -, però una volta che raggiungi il 2 a 1 a quattro minuti dalla fine non devi farti recuperare, perché i tre punti potevano essere fondamentali per il nostro campionato”.