Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parchi liguri e finanziamento, è scontro in Regione

Più informazioni su

Genova. La Regione Liguria non finanzia a sufficienza i parchi liguri. E’ l’accusa delle opposizioni, dopo l’audizione di commissione Bilancio di Federparchi. “La giunta Toti non ha raccolto l’urlo di dolore di Federparchi: il finanziamento regionale basta soltanto a pagare gli stipendi e le strutture, ma rende le aree verdi sostanzialmente inattive”, hanno affermato i consiglieri regionali del Pd Pippo Rossetti, Luca Garibaldi, Raffaella Paita e Juri Michelucci.

I consiglieri del Pd hanno sottolineato che non si sarebbero “mai aspettati che il consigliere del Carroccio De Paoli attaccasse cosi’ frontalmente il governatore Toti” accusandolo “di aver nominato ai vertici dei Parchi persone che non conoscono a fondo la materia”.

De Paoli ha replicato con una nota nella quale ha smentito di avere attaccato il governatore, durante la seduta della Commissione bilancio, sostenendo che Paita “non era presente alla riunione”. De Paoli ha spiegato di avere espresso la convinzione che occorra “modificare la gestione dei parchi regionali eliminando le poltrone di nomina politica (presidente, vice presidente, direttore, vice direttore) a favore di amministratori scelti fra i Comuni o la macro area del territorio”.

Ad attaccare la giunta anche Marco de Ferrari, portavoce del M5S Liguria secondo il quale “il bilancio regionale ligure 2014 investiva lo 0,0574% del bilancio annuale ai Parchi. Oltre il 70 per cento in meno di quello piemontese (0,197%), che risulta tra i più alti in Italia, ma comunque sempre troppo basso rispetto alla media europea”. “Oggi, con Toti i già precari finanziamenti
ai nostri parchi sono ulteriormente calati, mettendo a rischio l’attività, se non addirittura l’esistenza stessa dei parchi, come ha denunciato Federparchi e gli altri rappresentanti ascoltati stamani”, ha osservato.

“A fronte dei nuovi tagli previsti da qui al 2019, gli enti-parco sono destinati al collasso e alla chiusura – ha sottolineato il consigliere regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino -. Condividiamo le loro richieste: la giunta ripristini il finanziamento corrente di 2,45 milioni annui e il finanziamento in conto capitale di 1,4 milioni per il periodo 2017/2019, eventualmente impiegando in subordine il contributo ecotassa”.