Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Meteo Liguria, il freddo lascia il posto alla maccaja previsioni

Più informazioni su

Liguria. Sembra una beffa, soprattutto se si pensa al quadro termico di poche ore fa, ma nell’esordio di quella che sarà la stagione invernale 2016/2017, masse d’aria piuttosto mite, di matrice sub-tropicale, investono il bacino tirrenico. Si tratterà, tuttavia, di una fase del tutto temporanea, in attesa di un fine settimana nuovamente più fresco, avverte Limet.

Maccaja su Genova

Le fredde e secche correnti nord-orientali, foriere del possente calo delle temperature di inizio settimana, sono ormai solo un ricordo: ieri, complice il rinforzo di un modesto campo anticiclonico sull’Europa centro-occidentale, in terra ligure si è assistito al progressivo avvento di tiepidi ed umidi flussi meridionali, culminato, tra il tardo pomeriggio e le prime ore serali, con la comparsa dei primi batuffoli di maccaja lungo i bacini marittimi del settore centrale.

A testimonianza di detto cambio circolatorio, stamane, alla prima alba della nuova stagione invernale, troviamo, da una parte, un quadro termico sensibilmente più tiepido, anche di oltre 10°C, rispetto ad appena 24 ore fa, quando, nelle zone interne a prevalere erano sicuramente valori negativi; dall’altra, un cielo decisamente meno terso, “sporcato”, in alcuni comparti più che in altri, da estesi banchi di nubi basse.

Nubi basse che, nel pomeriggio, tenderanno a guadagnare ulteriore terreno sul savonese orientale, sul genovese e sullo spezzino, in un contesto, tuttavia, assolutamente asciutto. I venti seguiteranno a soffiare generalmente a regime di brezza dai quadranti sud-occidentali, con locali rinforzi in prossimità dello spartiacque appenninico (Marin bianco). I mari si manterranno mossi, fino a molto mossi a largo e a nord di Capo Corso.

Sono gli effetti, lo accennavo prima, della rimonta di un promontorio di alta pressione sul bacino tirrenico ove, tuttavia, non riuscirà a mettere radici: già dalla giornata di domani infatti, come fossero richiamate dal calendario, masse d’aria decisamente più fresca, di estrazione polare marittima, si spingeranno fin verso i nostri lidi, recandovi una nuova flessione delle temperature.