Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lotta senza vincitori: Samp e Udinese non vanno oltre lo 0-0 risultati fotogallery

Genova. In una cornice prefestiva (solo 737 paganti), la Samp impatta contro il muro dell’Udinese, una squadra tosta, che ha eretto un muro praticamente invalicabile per la squadra di Giampaolo, che non ha sfruttato a dovere le, poche, occasioni del primo tempo. Dal canto suo l’Udinese, pur sovrastando fisicamente i blucerchiati, si è spento nel corso del match. Finisce 0-0, il risultato “perfetto” per chi ama la tattica, un po’ meno per chi predilige lo spettacolo.

Primo tempo:occasioni senza farsi male

Tornano Silvestre e Fernandes dal primo minuto ed è un avvio subito convinto della Samp. Un errore in disimpegno di Felipe favorisce Quagliarella, che, avanzando verso il limite dell’area, attende di servire un compagno, ma capisce che non c’è spazio e allora opta per la conclusione personale, ribattuta (3′)

Samp sempre all’attacco nei primi minuti: al 5′ Skriniar per poco non segna, colpito da un rinvio della difesa bianconera.

La prima vera parata è però di Puggioni su Zapata, che al 10′ brucia Skriniar sullo scatto e col destro tenta la botta in diagonale.

I piani dell’Udinese però si complicano già al 13′: entra Kums per Hallfredsson, che ha problemi al collo, tanto che appena arrivato in panchina, è invitato a bere un medicinale. La squadra di Del Neri non scompone l’assetto tattico e il belga si sistema a guardia di Fernandes. Passano pochi minuti e l’Udinese ha un’altra occasione (17′): contropiede perfetto, tutto di prima, con Thereau che arriva al tiro, Puggioni blocca a terra.

La Samp sembra in difficoltà sulle palle alte e a livello fisico, ma al 24′ grazie a un errore di Fofana, Muriel approfitta per servire Quagliarella: stop e tiro deviato in corner da Danilo.

Proteste blucerchiate al 27′ per un atterramento in area di Muriel da parte di Danilo, ma Gavillucci sorvola.

Un break di Torreira al 34′ meriterebbe altra fortuna: il centrocampista conquista palla, compie uno slalim speciale tra i “birilli” bianconeri, ma conclude male, schiacciando la sfera, che termina fuori. Muriel rischia il rosso per le vibranti proteste dopo un fallo non concesso a suo favore: Gavillucci lo “grazia” nonostante il plateale “vaffa” (38′).

Entra Schick, come trequartista

La ripresa vede un cambio: dentro il goleador delle ultime giornate, Schick, fuori Fernandes. Il ceco va a fare il trequartista. La partita però non si sblocca, anche per le pessime condizioni del campo: al 55′ Muriel fa una brutta figura a causa di una zolla, sparando altissimo un tiro dal limite dell’area.

Se si esclude un calcio piazzato da ottima posizione tirato contro la fitta barriera dell’Udinese, la noia regna sovrana per larghi tratti del secondo tempo. Altra nota di cronaca la sostituzione di De Paul con Matos al 65′. Passano cinque minuti e Quagliarella prova a impensierirre Karnezis con un diagonale che, deviato, esce di pochissimo, ma sono solo episodi: l’Udinese è un fortino ben chiuso e la Sampdoria non ha ancora trovato la chiave per scardinarne la serratura.

Praet prova a scardinare il fortino

Giampaolo si gioca la carta Praet al 73′ al posto di Muriel, Schick diventa la seconda punta. Lo svedese sembra più in palla e riesce a saltare l’uomo, ma quello che manca è il guizzo finale.

Non è un caso che l’unica occasione che fa davvero sussultare scaturisce da un errore di Thereau che favorisce Schick, l’attaccante si gira e prova a sorprendere Karnezis, ma è sfortunato, la palla termina a lato di un niente (83′).

Sala si fa male ed è costretto a uscire, lo rileva Pereira (87′), mentre l’ultimo cambio nell’Udinese è Evangelista per Thereau (88′). Non cambia nulla e si arriva senza scossoni al fischio finale che segna il “liberi tutti” per le sosta natalizia. L’appuntamento sarà il 7 gennaio alle 20.45 per la sfida a Napoli.

Sampdoria-Udinese 0-0

Sampdoria: Puggioni, Sala (87′ Pereira), Silvestre, Skriniar, Regini, Barreto, Torreira, Linetty, Fernandes (46′ Schick), Muriel (73′ Praet), Quagliarella.

A disposizione: Tozzo, Dodo, Eramo, Krajnc, Palombo, Cigarini, Djuricic, Budimir.

Allenatore: Giampaolo.

Udinese: Karnezis, Faraoni, Danilo, Felipe, Samir, Fofana, Hallfredsson (13′ Kums), Badu, De Paul (65′ Matos), Zapata, Thereau (88′ Evangelista).

A disposizione: Scuffet, Perisan, Wague, Angella, Jankto, Adnan, Ewandro, Balic.

Allenatore: Del Neri

Arbitro: Gavillucci di Latina

Ammoniti: Muriel (S); Faraoni (U)

Spettatori: abbonati 16.789 paganti 737, 16.850 incasso, quota gara 164.806.