Serie b

L’Entella perde la sfida da “play off” col Cittadellarisultati

Un goal lampo del neo entrato Diaw, non basta per fare risultato in Veneto

Cittadella. Cittadella-Entella è un match fra due piccole realtà, che – grazie a una sapiente programmazione e al progetto portato avanti, in maniera efficace, dalle reciproche dirigenze – sono indicate dagli addetti ai lavori, come esempi da seguire.

I veneti, prima del match, hanno trentun punti, due in più dei liguri ed entrambe le squadre si trovano inserite nell’attuale griglia dei play off, per cui l’occasione di aggiudicarsi l’intera posta, sottraendo punti all’avversaria, è davvero ghiotta.

Entrambi i team hanno, tra le loro fila, due dei più prolifici attaccanti della cadetteria… il ‘tigullino’ Caputo (11 reti mese a segno) è secondo nella classifica cannonieri, dietro allo scaligero, ex doriano, Pazzini (16 reti). Ed è in doppia cifra (10) anche il ‘veneto’ Litteri, peraltro oggi non al top per un infortunio ad una spalla e prudenzialmente in panchina.

Roberto Breda, tecnico dei chiavaresi, oltre a Costa Ferreira e Ammari, deve fare a meno di Beretta, fermo ai box, per via di un fastidioso mal di schiena. Resta a casa anche Cutolo (ormai prossimo a lasciare la società del presidente Gozzi) e all’ultimo momento anche Masucci, sostituito da Belli… un cambio che costringe Breda a passare dal 4-3-1-2 al 4-3-2-1.

Sempre tra le fila dell’ Entella, da segnalare la prima convocazione per il giovane, classe ’99, Nicolò Zaniolo, figlio di Igor, ex attaccante delle giovanili blucerchiate e fra i professionisti, di Spezia, Sanremese e Genoa.

Di seguito le formazioni scelte dai due mister, Roberto Venturato e Roberto Breda.

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Scaglia, Varnier, Benedetti; Paolucci, Pasa, Bartolomei; Chiaretti; Arrighini, Strizzolo.

Entella (4-3-2-1): Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Keita; Belli, Troiano, Palermo; Moscati, Tremolada; Caputo.

Prima occasione per Benedetti, al 6°, che spara alle stelle un pallone respinto debolmente, di testa, da Ceccarelli.

All’ 11° giallo per Pellizzer, che tira per la maglia il numero 17 patavino Strizzolo, lanciato verso la porta… Poi è bravo, di testa, a deviare la successiva punizione a favore del Cittadella, ma sul relativo angolo, Arrighini, su schema cattedratico, pur calciando in modo non ortodosso, infila l’incolpevole Iacobucci…1-0 per i padroni di casa e partenza ad handicap per i genovesi, che pure si stavano disimpegnando bene.

Al 27° una ‘spizzata’ di Moscati, mette Caputo nelle condizioni di concludere a rete, ma la difesa avversaria riesce a fare scudo.

Al 29° Belli salva in scivolata, alla disperata, su Paolucci, che un minuto dopo si prende il giallo per un intervento scomposto.

Al 39° ancora un brivido su corner, con Strizzolo che non trova la deviazione su una palla che taglia tutta l’area chiavarese.

Al 40° ammonizione per Benedetti.

Considerazioni nell’intervallo… troppo solo Caputo nell’area patavina, per riuscire ad impensierire Alfonso… la mancanza di un attaccante a fargli da spalla, si sente… eccome, se si sente… ma l’infermeria è zeppa e la panchina offre a mister Breda solo il giovanissimo Zaniolo e Davide Djily Diaw, pescato questa estate in Veneto, in Serie D.

Pronti via e Iacobucci compie una grande parata, ancora su Arrighini (complice una deviazione di Troiano), ben servito da Bartolomei.

Al 51° Breda cerca di dare la scossa… fa uscire Tremolada ed entrare Diaw, mentre nel Cittadella esce Chiaretti (infortunatosi in un contrasto) ed entra Schenetti.

Al primo pallone che tocca, Diaw lo mette dentro, su assist favoloso (cucchiaio) di Palermo (1-1), premiando la felice intuizione di mister Breda.

Al 65° un’ altra combinazione da calcio d’angolo, riporta in vantaggio il Cittadella, con Strizzolo che sfrutta una doppia deviazione in area, appoggiando di testa in rete.

Al 67° entra Sini per Troiano, mentre Palermo viene ammonito.

Al 70° esce Strizzolo zoppicante (buona la sua prova) ed entra Kouame.

Al 72° Varnier (giovane esordiente in B) chiude bene su Diaw.

Al 73° terzo cambio per l’Entella… Gerli dà il cambio all’ammonito Palermo, mentre l’appena entrato Kouame deve uscire in barella (problema muscolare), lasciando il cambio al goleador veneto Litteri.

Al 76° Iacoponi impegna da lontano Alfonso, al termine di una bella azione corale dei biancoazzurri.

Al 79° Belli cerca di sfondare sulla destra, ottenendo una punizione, il cui esito finisce a lato di poco.

All’81° calcio d’angolo per i patavini, mentre Keita viene medicato al naso, a bordo campo, lasciando i compagni in dieci, fortunatamente per breve tempo.

Al 92° Diaw cerca il goal dalla lunga distanza, ma alza il tiro.

Non bastano i cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro sig. Antonio Di Martino… i tre punti vanno al Cittadella.

Più informazioni