Quantcast
Terzo giorno

Atp, Regazzoni e Raggi: “Doria incontri subito lavoratori. Pd intervenga”

atp terza giornata

Genova. “Siamo ormai al terzo giorno di sciopero. Da 72 ore le linee extraurbane di ATP non circolano, causando pesanti disagi ai cittadini: pendolari, anziani, studenti. Una cosa è certa: all’azienda deve essere garantito un futuro e i lavoratori vanno tutelati. Sono in gioco non solo i diritti dei lavoratori, ma anche la qualità di un servizio essenziale che oggi rischia il degrado in Liguria”. A dirlo sono Simone Regazzoni e Giovanni Battista Raggi, esponenti del Partito Democratico.

“La situazione è delicata, i conti dell’azienda vanno tenuti in ordine e occorre evitare qualsiasi strumentalizzazione politica. Per questo serve una visione strategica. C’è però una questione di metodo che va chiarita subito. Se è giusto dire con grande chiarezza che le forme di lotta non possono essere selvagge è altrettanto importante ricordare che il compito della politica è quello di confrontarsi e mediare. Un Sindaco non può cedere alla tentazione del muro contro muro e del braccio di ferro, anche quando pensa di essere dalla parte della ragione: perché danneggia tutti, i lavoratori e i cittadini che subiscono i disagi”.

“Un Sindaco – concludono – ha il dovere di confrontarsi con i lavoratori e ascoltarli, sempre. La politica non può chiudersi nel suo Palazzo di fronte ai problemi. Deve metterci la faccia e lavorare per una mediazione nell’interesse della collettività. Chiediamo quindi che il Sindaco Doria incontri subito i lavoratori e apra un confronto. Chiediamo inoltre al PD di intervenire perché Doria cessi il muro contro muro con i lavoratori”.