Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Altalena di vantaggi alla “Vassallo”, la vittoria del Bogliasco sfuma a 9″ dalla sirena risultati

Equilibrio tra i biancoazzurri e Trieste

Bogliasco. Svanisce a 9″ dalla sirena l’obiettivo del Bogliasco Bene di conquistare la prima vittoria interna di questa stagione.

Contro il Trieste del grande ex capitano Alessandro Di Somma, premiato nel pre-partita dalla società ligure, i levantini accarezzano il sogno di fare bottino pieno fino a 9” dal termine ma si devono accontentare di un misero punticino.

Un pareggio, comunque, tutto sommato giusto per quanto visto in acqua, dove biancoazzurri e giuliani danno vita ad una gara vibrante ed equilibrata. Gli ospiti sono stati in vantaggio per cinque volte, una delle quali di 2 reti; i locali per tre volte.

Bettini deve rinunciare al suo portiere titolare Prian, infortunato ad una mano, sostituendolo con il diciannovenne Pierre Pellegrini. Nonostante la giovane età, il numero 13 si dimostra all’altezza della categoria compiendo diversi interventi decisivi che tengono a galla il Bogliasco nei momenti di maggior sofferenza. Come ad inizio del terzo tempo, quando Trieste, avanti 5-3 e sempre in vantaggio fino a quel punto, ha più volte la palla buona per scappare ma non riesce ad infrangere il muro di Pellegrini.

La rete di Gavazzi, imitato poco dopo da Fracas e Gandini, ridona entusiasmo ai biancoazzurri che arrivano all’ultimo tempo per la prima volta in vantaggio. Un vantaggio effimero visto che gli scatenati Elez e Vukcevic, aiutati da Di Somma, ribaltano nuovamente il parziale nel quarto conclusivo. Anche il Bogliasco però si affida ai suoi slavi ribattendo colpo su colpo con Dikvovic e Vavic (due volte). A rovinare la festa ligure ci pensa Mezzarobba che fissa il 9-9 definitivo.

Deluso e rammaricato, a fine gara, il commento del tecnico del Bogliasco Bene, Daniele Bettini:Sono molto dispiaciuto per il risultato. I ragazzi hanno creduto fino alla fine di riuscire a portare a casa i tre punti. Purtroppo però siamo stati puniti all’ultimo uomo in più, quando mancavano appena 9”. Peccato perché abbiamo giocato una gara molto buona, sotto tutti i punti di vista e sono contento perché non abbiamo mai mollato neanche per un secondo. Il campionato è lungo e difficile ma sono convinto che se interpreteremo ogni partita con questo spirito e questa grinta andremo lontano. Solitamente non amo commentare le prestazioni dei singoli ma in questo caso è doveroso fare un’eccezione per Pierre Pellegrini. Gettando nella mischia in una partita così importante, non si è fatto intimorire da avversari esperti e, anzi, ha saputo fare la differenza. Bravo”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Pallanuoto Trieste 9-9
(Parziali: 1-2, 2-2, 3-1, 3-4)
Bogliasco Bene: Di Donna, A. Caliogna, Gavazzi 1, Guidaldi 1, Fracas 1, Vavic 3, Gambacorta, Monari, Puccio, Divkovic 1, Gandini 2, M. Guidi, Pellegrini. All. D. Bettini.
Pallanuoto Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio, Ferreccio, Giorgi, Giacomini, A. Di Somma 1, Rocchi, Vukcevic 4, Elez 3, Mezzarobba 1, Obradovic, Vannella. All. S. Piccardo.
Arbitri: F. Ricciotti e A. Severo. Delegato Fin: G. Tedeschi.
Note. Superiorità numeriche Bogliasco 4 su 12, Trieste 6 su 11. Usciti per limiti di falli: Guidi e Dikvovic nel quarto tempo. Espulso nel quarto tempo Piccardo.