Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

World League, il Setterosa parte alla grande

Francia travolta 14 a 4

Genova. Il Setterosa riparte di slancio. Nella partita inaugurale della World League 2016/2017 batte la Francia 14 a 4. La “Nannini” di Firenze è stacolma di pubblico. La tribuna d’onora piena di vip di sport, politica e spettacolo. E’ la festa della pallanuoto. Il mondo più bello per stringersi intorno alle azzurre di Fabio Conti, eroine d’argento a Rio 2016.

La partita. Pronti, via e l’Italia segna dopo 37 secondi; superiorità numerica e centro di Radicchi. Questo della romana della Despar Messina è il primo gol del Setterosa da neocampionesse olimpiche.

L’Italia difende bene, gestisce due inferiorità senza subire, ma davanti è ancora un po’ imballata. Dopo 6’22” Barzon ha l’occasione per raddoppiare dai cinque metri ma la francese Derenty intuisce alla sua destra e respinge il rigore. Passano undici secondi e il 2-0 lo segna Palmieri, anche questa volta in superiorità. Allo scadere degli otto minuti una “sassata” del capitano Guillet si infila nel sette per il 2-1.

Nel secondo tempo l’Italia carbura e gioca da Italia anche in avanti. Arrivano i gol di Palmieri, Garibotti e Bianconi, l’occasione di Picozzi in controfuga, il recupero prodigioso del neocapitano Queirolo su Mahieu lanciata a rete. La Francia riduce il gap con il secondo gol personale di Guillet.

Lo show azzurro prosegue: nel terzo periodo cinquina e gol del 10-2 firmato di nuovo Queirolo; al minuto 23’56” il primo gol in più delle francesi con Sacre.

Nell’ultimo quarto spazio anche al secondo portiere, entra Lavi al posto di Gorlero, e gloria per le new entry: vanno a segno Picozzi, Barzon e Gragnolati (doppietta). Per la Francia terzo gol di Guillet.

Il tabellino:
Italia – Francia 14-4
(Parziali: 2-1, 3-1, 5-1, 4-1)
Italia: Gorlero, Tabani, Garibotti 1, Queirolo 2, Radicchi 1, Aiello, Picozzi 1, Bianconi 3, Emmolo, Palmieri 3, Gragnolati 2, Barzon 1, Lavi. All. Conti.
Francia: Derenty, Millot, Cesca, Deschampt, Guillet 3, Mahieu, Barbieux, Tardy, Sacre 1, Daule, Clerc, Jaskova, Vo-van. All. Bruzzo.
Arbitri: Kranis (Gre) e Dutilh-Dumas (Ned). Delegato Fina: Lonzi (Ita).
Note. Superiorità numeriche: Italia 8 su 15 più 1 rigore fallito, Francia 1 su 5. Uscite per limite di falli Sacre, Daule e Clerc nel quarto tempo.