Libera

Tre mesi di cure e la tartaruga “Savona” torna nel suo mare

E ora potrebbe anche diventare una star della televisione

Ha passato più di tre mesi all’Acquario di Genova per essere curata, ma alla fine “Savona”, la tartaruga marina Caretta caretta ce l’ha fatta. E’ tornata a nuotare libera questa mattina nelle
acque dell’Area Marina Protetta di Portofino.

“Savona” era stata ritrovata il 19 luglio scorso da due diportisti a circa 4 miglia al largo dell’isola di Bergeggi. Lunga 50 cm e larga 40 l’animale al momento del ritrovamento pesava 19 kg. Consegnata alla Capitaneria di Porto, la Caretta caretta è stata affidata all’Acquario di Genova dal servizio CITES – Corpo Forestale dello Stato sezione Imperia. Una volta in struttura è stata sottoposta ad attenti controlli veterinari dai quali è emerso che l’animale aveva contratto un’infezione.

Un problema che è ormai alle spalle e ora “Savona” potrebbe anche diventare una star della televisione: ospite del rilascio, infatti, è stata Donatella Bianchi e la troupe di Rai 1 Linea blu che dedicheranno all’evento uno speciale servizio.

leggi anche
micro tartaruga enpa genova
Minuscola
Enpa Genova, soccorsa micro tartaruga
tartaruga spiaggiata
Alla deriva
Genova Quinto, recuperata in mare tartaruga senza vita
All'Acquario di Genova la tartaruga "made in Liguria"
La sorpresa
Novità all’Acquario di Genova: nell’uovo di Pasqua spunta la tartaruga “made in Liguria”
tartaruga abbandonata a Voze
Cronaca
Tartaruga rara dentro un secchio per sette anni: denunciata coppia
tartaruga
Cronaca
Genova, tartaruga gigante trovata morta sugli scogli di Punta Vagno