Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ternana-Entella, Roberto Breda: “Ho tante alternative, scegliere sarà difficile” risultati

Torna Cheick Keita: "Dobbiamo continuare su questa strada e far risultato"

Chiavari. Sono ventuno i giocatori arruolati da mister Roberto Breda al termine della rifinitura odierna in vista della trasferta di Terni.

Non fa parte della spedizione diretta in Umbria Andrea Paroni, a causa di una distorsione di basso grado alla caviglia. Ecco l’elenco completo dei convocati. Portieri: Iacobucci, Ayoub, Siaulys. Difensori: Ceccarelli, Pellizzer, Benedetti, Sini, Belli, Iacoponi, Baraye, Keita. Centrocampisti: Gerli, Costa Ferreira, Moscati, Troiano, Ammari, Tremolada. Attaccanti: Caputo, Cutolo, Beretta, Masucci.

Ieri mattina allenamento a porte chiuse per Troiano e compagni: Breda ha diretto una seduta prettamente tattica per limare gli ultimi dettagli.

La partita tra Ternana e Entella si giocherà domani, sabato 19 novembre, con inizio alle ore 15. Arbitrerà Daniele Martinelli della sezione di Roma 2, assistito da Pasquale Cangiano (Napoli) e Manuel Robilotta (Sala Consilina). Quarto uomo sarà Daniele De Remigis (Teramo).

Dopo 15 giornate l’Entella è, insieme al Verona, la squadra meno battuta del campionato. “Vale relativamente – spiega Roberto Breda -. Per ma vale sempre la partita dopo. Siamo contenti di quello che stiamo facendo ma non ci basta. E’ giusto che sia così: già la partita con la Pro Vercelli ci dice che c’è da lavorare e c’è da fare. Abbiamo una squadra che è matura, ha un bell’approccio al lavoro, un ottimo approccio alla gara. Ma non va mai dato per scontato: dobbiamo rimetterlo in discussione ogni giorno e ad ogni partita. Cerchiamo di lavorare ancora e far sì che ogni partita porti qualcosa, sapendo che non è sempre così ma sapendo anche che abbiamo ottime potenzialità e ancora grandi margini di miglioramento”.

Sappiamo che ci aspetta una gara difficile – prosegue – e che dentro la gara ci saranno tanti momenti diversi. Ci saranno i momenti in cui ci sarà da soffrire e quelli in cui ci sarà da spingere. Nel nostro dna c’è la voglia di cercare sempre il gol e di cercare sempre la pericolosità, mantenendo l’equilibrio. Anche questa partita dobbiamo affrontarla con questo spirito”.

L’infermeria si sta svuotando. “Grazie all’atteggiamento e alle qualità dei ragazzi ho sempre avuto risposte positive quindi diventerà una scelta per me difficile, perché so che dovrò lasciare fuori ragazzi che hanno fatto bene e hanno qualità. Però è anche vero – conclude – che avendo tante alternative si potranno fare le scelte più giuste per la partita”.

Dopo la partita in Nazionale, torna Cheick Keita. “E’ sempre un orgoglio vestire la maglia del mio paese – afferma -. Ho visto la mia famiglia, sono contentissimo. Ho fatto tante amicizie e sono contento dell’esperienza. Abbiamo fatto un bel pareggio contro una bella squadra, il Gabon. Secondo me ci possiamo ancora qualificare per il Mondiale. A Terni sarà una partita difficile, loro vogliono vincere mentre noi dobbiamo continuare su questa strada, far risultato, muovere la classifica”.

Riguardo ai suoi obiettivi, dice: “A livello di squadra conta solo la salvezza poi vedremo cosa succede perché stiamo facendo bene. A livello personale devo migliorare ancora, crescere e arrivare il più in alto possibile“.