Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tenta di impiccarsi con le lenzuola: detenuto salvato in extremis a Marassi

Genova. “Ancora una volta , il tempestivo ed efficace intervento della Polizia Penitenziaria ha impedito che la già lunga scia di morte per suicidio in cella potesse allungarsi. Intorno alle 3, in piena notte, oggi nel carcere di Marassi un detenuto magrebino è stato salvato in extremis dal soffocamento per impiccagione”. Lo comunica Fabio Pagani, Segretario Regionale della Uilpa Polizia Penitenziaria, che fornisce alcuni dettagli su quanto accaduto.

“Il detenuto extracomunitario, di giovane età, ha tentato di impiccarsi con una corda ricavata dalle lenzuola legata alle sbarre della finestra del bagno. L’uomo, in evidente stato confusionale, è stato salvato dagli agenti della Penitenziaria mentre erano già evidenti i primi segni del soffocamento”, spiega Pagani.

A Marassi sono presenti 700 detenuti, a fronte di una capienza massima di circa 450. “Insomma, la Polizia Penitenziaria continua a salvare vite, ad essere oggetto di aggressioni e messa nelle condizioni di non poter incidere a salvaguardare i livelli di sicurezza. Nonostante tutto  – conclude il Segretario Regionale della Uil Penitenziari – è solo grazie all’impegno, alla dedizione, alla professionalità dei baschi blu, che continuano a salvare vite umane, a garantire la sicurezza dell’Istituto. L’appello è rivolto al Ministro e al Capo del DAP, sperando che siano a percepire l’urgenza e la necessità di procedere alle assunzioni nella Polizia Penitenziaria i cui organici registrano vacanze per circa 8000 unità, solo a Marassi la carenza in organico è pari a 150 unità”.