Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri levante, la strategia dei “rifiuti zero”: entro fine anno il centro di raccolta urbano

Sestri levante. “Sestri Levante fa un altro passo importante contenuto nel percorso di adesione alla strategia rifiuti zero, adottata in Consiglio Comunale” afferma il Sindaco Valentina Ghio “La realizzazione di un centro di raccolta urbano e di un centro del riuso rappresentano servizi che agevolano le persone nell’attuare bene la raccolta differenziata. Il progetto è stato migliorato attraverso il dialogo con i cittadini che hanno fatto proposte all’amministrazione. Questi passi in avanti, insieme al raggiungimento della percentuale del 76,7% di raccolta differenziata nel mese di ottobre, dimostrano che la strada è quella giusta” Entro la fine del 2016 è prevista la realizzazione di un Centro di Raccolta Urbano dei rifiuti differenziati nei locali di via Salvi, dove sara’ svolta unicamente attività di raccolta, differenziando e raggruppando i rifiuti per frazioni omogenee, prima del trasporto agli impianti di recupero.

Contestualmente è prevista la realizzazione di un mercato del riuso. Si tratta un progetto finalizzato alla valorizzazione dell’usato e del suo riutilizzo: i cittadini potranno portare oggetti ingombranti e apparecchi elettrici/elettronici i quali potranno essere recuperati e restaurati per essere nuovamente ceduti a persone che ne hanno bisogno, re-immettendoli quindi nei cicli di utilizzo. In questi mesi il progetto di realizzazione del Centro di Raccolta e del Mercato del Riuso è stato oggetto di revisioni e di comparazioni con diverse alternative, accogliendo richieste e suggerimenti di un gruppo di cittadini propositivi, all’insegna della condivisione partecipata delle scelte. Gli interventi consisteranno prettamente nel recupero degli immobili di proprietà comunale siti in via Salvi 5, nell’edificio ex Mattatoio.

Il Centro di Raccolta sarà realizzato in parte nella tettoia adiacente all’ex Mattatoio dove saranno posizionati tre scarrabili chiusi destinati alla raccolta di legno, ferro ed ingombranti: nei giorni scorsi è già stato rimossa la copertura in eternit da parte di una ditta specializzata e autorizzata dall’ASL in base a specifico piano di bonifica e nelle prossime settimane verrà realizzato il rifacimento della tettoia e della pavimentazione. All’interno dei magazzini, a lato della tettoia, verranno realizzati due COMUNE DI SESTRI LEVANTE Città Metropolitana di GENOVA COMUNE DI SESTRI LEVANTE – C.A.P. 16039 – Piazza Matteotti, 3 – C.F. 00787810100 – P.I. 00171390990 locali chiusi destinati al ricovero di cassonetti per conferimenti sporadici di differenziata, nonché per la raccolta di apparecchi elettrici ed elettronici. I cassonetti consentiranno il conferimento da parte di utenze domestiche che non hanno potuto osservare il calendario di esposizione; i bidoni saranno debitamente svuotati ogni giornata e trasportati all’Ecocentro di Bargone. Fuori orari di apertura, all’interno del Centro di Raccolta non sarà presente alcuna frazione di rifiuto. Nella“ex falegnameria” verrà realizzato il “Mercatino del Riuso”: un grande locale attrezzato con scaffalature per consentire l’esposizione dei beni consegnati dai cittadini di Sestri Levante (ingombranti meno voluminosi ed apparecchi elettrici ed elettronici) e garantire il ricovero ed esposizione di beni mobili più voluminosi (armadi, comodini, letti, divani, poltrone, bici, ecc. …).

Oltre che a singoli cittadini, i beni mobili potranno essere ceduti in cambio di un’offerta economica libera da destinare a iniziative solidali. L’ultima ala dell’“ex Mattatoio” verrà destinata a magazzino per il deposito e ricovero dei cassonetti e mastelli nuovi, in attesa di essere consegnati alle nuove utenze. L’intervento rappresenta una notevole riqualificazione dell’area e miglioramento del decoro urbano: saranno rifatte le facciate dei manufatti e il piazzale esterno verrà completamente liberato, riordinato e pavimentato, previa realizzazione di un’idonea rete di smaltimento delle acque meteoriche; non ultima è prevista anche una schermatura attraverso la piantumazione di alberi ad alto fusto lungo il confine con il rio ex Battana a ulteriore separazione dell’abitato. L’area sarà inoltre presidiata da operatori in orario di servizio e, con il potenziamento dell’illuminazione e la realizzazione di impianto di videosorveglianza, sara’ possibile monitorare nelle 24 ore ed eventualmente sanzionare conferimenti scorretti.