Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena, nuovi parcheggi sulla corsia dei bus. L’Orsa: “Comune incentiva sosta selvaggia”

Genova. Parcheggi lungo la corsia riservata del bus e per di più spesso vicino alle fermate. Succede a Sampierdarena in via Fillak come dimostra la foto postata su facebook dal sindacato Orsa. Ma nuovi parcheggi sono stati disegnati anche in via Cantore verso Di Negro e sembra che ne seguiranno altri.

“Ci siamo spesi in questi mesi in incontri con Consiglieri Comunali di ogni partito politico, con Assessori e Municipi per cercare di migliorare dove possibile la viabilità e agevolare il servizio pubblico – commentano i sindacalisti dell’Orsa – e questa è la risposta del Comune, tracciare parcheggi bianchi in piena corsia gialla, confondendo così la gente che ovviamente ha iniziato da subito a parcheggiare, ignorando la segnaletica verticale che limita la sosta in determinate fasce orarie”.

“Possibile che invece di disincentivare la sosta selvaggia la si incentiva?Chi ha approvato tale segnaletica ci può spiegare come fa il bus che si attesta regolarmente in fermata ad uscire con il parcheggio praticamente attaccato alla fermata? – si domanda l’Orsa – Chi ha approvato tale segnaletica lo sa che i bus in servizio sono 18 metri autosnodati? Come sempre a Genova il tpl viene sacrificato a favore del mezzo privato, tanto a rischiare alla guida ci sono sempre i soliti sacrificabili”.

In realtà la segnaletica verticale chiarisce che dalle 6:30 alle 9:30 e dalle 16 alle 20 non si può parcheggiare. Prima il cartello consentiva solo il transito nelle ore ‘non vietate’, ora il parcheggio rende la vita un bel po’ più complessa agli autisti del bus che lamentano anche come sulla corsia opposta, sempre in via Fillak i mezzi siano costretti ad andare contromano: “Tutti i giorni a qualunque orario ci sono auto in sosta sotto i cartelli di divieto di fermata – spiega un autista – e nessuno fa nulla nonostante le numerose segnalazioni agli agenti competenti”.