Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rugby, gli Amatori Genova danno spettacolo con il Cus Pavia risultati

Gli azulgrana vincono un'avvincente partita

Genova. Gli Amatori volevano vincere questa partita per dimostrare soprattutto a loro stessi che la classifica era bugiarda e ci sono riusciti.

Contro il Cus Pavia hanno dato vita ad un bellissimo incontro che ha deliziato gli spettatori, i quali hanno visto affrontarsi le due squadre che esprimono il gioco più aperto e brillante di tutto il girone; alla fine hanno vinto con merito gli Amatori ma gli ospiti non hanno demeritato combattendo fino all’ultimo minuto di gioco.

Il match è stato divertente, con dieci mete e continui capovolgimenti di fronte. I padroni di casa hanno scavato il fosso nel primo tempo chiuso in vantaggio per tredici punti, divario che hanno poi mantenuto fino alla fine dopo aver subito la parziale rimonta avversaria, l’uno-due finale ha spento ogni ambizione pavese negando loro il punto del bonus difensivo.

“Belli da vedere”, questo il commento unanime sulla squadra da chi ha visto dal di fuori l’incontro sia fosse in panchina che sulle gradinate, anche se i margini di miglioramento ci sono ancora: la difesa non ha dimostrato la dovuta attenzione e la touche si è smarrita nella parte finale dell’incontro quando la conquista del pallone avrebbe permesso di soffrire meno.

Per contro l’attacco ha fornito una prestazione entusiasmante: dall’apertura, ai centri, alle ali, tutti hanno meritato voti sopra la media e gli Amatori, pur sprecando molto, hanno messo a segno sei mete. Nota di merito, l’agognato chiodo, per Andrea Falchi autore della meta del sorpasso e per Marzio Marcellino molto bravo nell’inedito ruolo di tallonatore.

I primi dieci minuti degli Amatori sono imbarazzanti: il Cus Pavia alla prima azione è già in meta con una facilità irrisoria (al 1° 0-5) e dopo qualche minuto mette a segno un drop: 0-8 all’8°. Solo dopo la seconda marcatura subita i genovesi decidono di cominciare a giocare e la loro reazione si concretizza con una meta di Davide Gargiullo che Dave Marshallsay trasforma. I pavesi, sorpresi dopo il loro inizio folgorante, restano sulle gambe e Falchi cinque minuti dopo li punisce inserendosi alla perfezione in una sfilata al largo: anche questa meta viene trasformata ed al 17° il risultato è ribaltato (14-8).

Gli azulgrana capiscono che è il momento di insistere ed al 21° guadagnano un calcio di punizione da posizione favorevole che non viene trasformato ma nei minuti successivi riescono a mantenere il controllo del gioco con una costante superiorità che si concretizza al 35° quando Della Valle schiaccia in meta al termine di una rolling-maul il pallone che porta il punteggio sul 21 a 8 dopo la conseguente trasformazione. Con questo punteggio finisce anche il primo tempo.

L’avvio della ripresa rispecchia quella della prima frazione di gioco ed al 2° il Cus Pavia è già in meta: una segnatura non trasformata per il 21 a 13 che riapre la partita. Questa volta la reazione degli Amatori è più pronta e dopo pochi minuti Francesco Rattazzi approfitta di un rimbalzo favorevole del pallone, elude il disperato tentativo di placcaggio e dell’estremo e vola in mezzo ai pali: la più facile delle trasformazioni viene fallita ed il risultato resta sul 26 a 13.

Gli ospiti reagiscono prontamente e producono il loro massimo sforzo. Paul Marshallsay cerca di correre ai ripari sostituendo lo stanco Caruso con Barioglio ma questo non riesce ad impedire la meta dei gialloblù che, trasformata, li porta sotto il break: siamo al 16° ed il punteggio è sul 26 a 20. Un altro cambio: Di Nardo per Viancini e la squadra cerca di reagire ma un paio di azioni non si concretizzano per un errore finale.

La partita è un continuo capovolgimento di fronte ed il ritmo è molto alto; alla mezz’ora è la volta del Pavia di trovare la via per la quarta meta, quella del bonus, che li porta ad un punto dagli Amatori. La trasformazione non riesce e si rimane sul 26 a 25. Forze fresche per gli Amatori: Semino per Dave Marshallsay e Yannik per Panetta che hanno dato tutto. Calcio di inizio, si torna a giocare nei ventidue ospiti ed al 34° al termine di splendida azione corale di tutto l’attacco Colloca con uno splendido cambio d’angolo buca la difesa e vola in meta per il 31 a 25. Anche questa meta non viene trasformata ed il vantaggio resta sotto il break, allora Paul richiama in panchina Marzio Marcellino ed il claudicante Francesco Rattazzi ed inserisce Giacobbe e Virtuoso: è il momento di stringere i denti e continuare a premere per tenere gli avversari a giocare nella loro metà campo.

Il tempo scorre lento e l’incontro non vuole terminare, all’ultimo minuto su una touche nei propri ventidue i pavesi pasticciano, la palla smanacciata rimbalza indietro solitaria, il più lesto a raccoglierla ed a depositarla in meta è Yannik Tchouta che segna così la sua seconda meta stagionale: 38 a 25 e partita finita per la giusta esultanza di tutti i giocatori.

Prossimo turno a Rivoli per la prima di ritorno: tutta la squadra genovese è già carica e vogliosa di vendicarsi dell’assurda sconfitta subita in casa nella gara d’esordio.

La formazione degli Amatori Genova: 15 Falchi A.; 14 Rattazzi F.; 13 Colloca T.; 12 Giallorenzo L.; 11 Marshallsay D.; 10 Marcellino T.; 9 Giovenco M.; 8 Palomba N.; 7 Benveduti G..; 6 Gargiullo D.; 5 Viancini S.; 4 Caruso S.; 3 Della Valle M.; 2 Marcellino M.; 1 Panetta A.; 16 Giacobbe E.; 18 Massone A.; 19 Virtuoso D.; 20 Barioglio L.; 21 Semino E.; 22 Tchouta Y.; 23 Di Nardo R.