Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rugby, Cogoleto sconfitto sul filo del rasoio risultati

Sul finale di gara i gialloblù subiscono il sorpasso del Sondrio e cedono 23 a 21

Cogoleto. Sconfitta con rammarico per il Cogoleto che nel sesto turno ha ceduto sul campo del Sondrio con il risultato di 23 a 21, subendo la quinta battuta d’arresto, a seguito della quale scende in decima posizione con 8 punti.

La partita si è subito infiammata. Dopo un calcio piazzato di Grillotti al 1° minuto e una meta di mischia non trasformata, nata da una touche al 6°, la squadra ligure ha risposto all’8° con una meta in mezzo ai pali di Tricoli, trasformata da Sandri. La striscia di botta e risposta è continuata con un’altra meta sondriese all’11°, con un ennesimo “carretto” partito da una rimessa laterale, trasformata da Grillotti; a questo allungo dei locali Cogoleto ha risposto con un calcio piazzato di Sandri al 18°. La terza meta della Sertori è arrivata al 28° con l’ennesimo assalto da touche. In chiusura di primo tempo la squadra ligure ha accorciato con un calcio piazzato di Sandri, portando il risultato parziale a 20 a 13.

La seconda frazione di gioco è stata segnata da un notevole abbassamento del ritmo della partita, con la Sertori che non riusciva ad impostare il suo piano di gioco e la squadra ospite che reagiva al meglio ai numerosi calci lunghi dei valtellinesi. A marcare per primo il tabellino del secondo tempo è stato il Cogoleto con un calcio piazzato di Sandri al 12°. La Sertori non è stata capace di rispondere all’assalto degli ospiti ed ha subito il sorpasso dei liguri al 30° con una meta di Colloca, nata da una bella azione sulla trequarti. Dopo solo un minuto dalla meta degli ospiti, i sondriesi sono tornati in vantaggio con un calcio piazzato di Grillotti ed hanno congelando così il risultato finale sul 23 a 21.

Sul lato tecnico Sondrio ha mostrato, per l’ennesima volta, un pacchetto di mischia invidiabile, che ha martellato la squadra ligure per tutta la partita. Mentre sul lato della touche la Sertori è riuscita a sfruttare al meglio le proprie rimesse laterali, senza però riuscire a leggere quelle degli avversari. A condizionare la prestazione dei valtellinesi sulla trequarti è stata invece la pioggia e la volontà di calciare molto, che combinati hanno minimizzato i palloni arrivati sul lato aperto.

Gian Luca Sandri, allenatore e giocatore del Cogoleto, dichiara: “Questa volta abbiamo subito il sorpasso definitivo all’ultimo minuto di gioco su calcio di punizione. Ancora una volta, quindi, come a Settimo Torinese abbiamo incamerato un punto di bonus, ma lasciando la vittoria finale all’avversario. Il Sondrio era formazione alla nostra portata. Loro hanno praticato ottime rolling maul, ma noi in tutti i casi siamo stati superiori in tutte le altre fasi di gioco. Certo il Sondrio ormai da anni in questa categoria aveva più esperienza e noi paghiamo ancora dazio proprio per questo motivo. La nostra formazione, escluso il sottoscritto che tira su la media, varia mediamente dai diciotto anni ai venticinque, pertanto alcuni atleti pagano l’inesperienza. Durante le partite ci concediamo troppe distrazioni, non facciamo quello che abitualmente si prepara durante gli allenamenti ed in seguito quando cerchiamo di porvi rimedio, diventa difficile o impossibile concretizzare con una vittoria, che manca ancora nel nostro cammino”.

“Ora – conclude Sandri – andiamo incontro ad una lunga sosta novembrina, ma sicuramente continueremo ad allenarci per i prossimi importanti appuntamenti, il primo dei quali casalingo con il Rovato molto importante per il nostro futuro”.

Il Cogoleto si è schierato in campo con Colloca, Tricoli, Pressenda, D’Agostino, Simcich, Sandri, Mozzi, Porcile, Salvarezza, Eleonori, Fiabane, Canella, Agostino, Bortoletto, Rifi.