Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Referendum, Terrile: “Non si vota per congresso PD. Dispiace campagna per No da qualche iscritto”

Più informazioni su

Genova. “Dispiace che qualche iscritto PD faccia campagna per il NO, ma noi non cacciamo nessuno, e continueremo a dialogare con loro per convincerli a non perdere questa grande occasione di riforma”. Così il segretario genovese Pd, Alessandro Terrile, in una nota inviata oggi sul referendum, alla vigilia dell’iniziativa di domani a favore del No, al Cap di Genova, e in cui sarà presente anche Massimo D’Alema.

I “duecento” oggi sono diventati di meno – scrive Terrile – E’ un buon segno. Evidentemente in molti condividono questa grande sfida di modernizzare la politica e le nostre Istituzioni. Stupisce che gli altri firmatari – molti sono già da tempo usciti dal PD, alcuni non vi hanno mai aderito – non vedano come la vittoria del NO porterà ad un’avanzata delle destre di Salvini, di Toti, e di Grillo”.

“Il PD genovese è impegnato con tutti i suoi circoli e con la stragrande maggioranza dei suoi militanti a sostenere il SÌ nella campagna referendaria, e lo ha fatto anche questo fine settimana con decine di iniziative sul territorio.
Lavoreremo fino al 4 dicembre cercando di recuperare anche il loro voto. Non si vota per il congresso del PD, ma per dare un futuro migliore all’Italia”, conclude Terrile.