Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Referendum, patrono e Immacolata: dicembre e il “mega-ponte” da 9 giorni

Un gioco ad incastri che potrebbe fare la felicità degli studenti

Provincia. Ben 9 giorni di vacanza da scuola: il sogno di tutti gli studenti e l’incubo dei genitori, con l’interrogativo su dove “piazzare” i figli durante il giorno. Potrebbe accadere in alcune scuole della provincia di Genova, grazie al combinato disposto tra elezioni referendarie, feste patronali e Immacolata. Un “mega-ponte” che potrebbe appunto portare ad una chiusura degli istituti scolastici per un’intera settimana.

La causa principale, ovviamente, è il referendum costituzionale che si terrà il prossimo 4 dicembre. Secondo la nota inviata dal Ministero della Pubblica Istruzione agli uffici scolastici regionali, le scuole dovranno restare chiuse per tutto il lunedì 5 dicembre, per consentire le operazioni di scrutinio (il voto infatti termina alle 23 di domenica). Si dovrebbe quindi tornare a scuola martedì 6, sempre che per gli istituti sia possibile provvedere alle pulizie per tempo.

L’8 dicembre, poi, come ogni anno gli istituti chiuderanno per la festività dell’Immacolata Concezione. Essendo un giovedì, è probabile che si tenga chiuso il venerdì per uno dei “ponti” più tradizionali. A questo punto resterebbero soltanto due giorni di lezioni, il 6 e 7 dicembre.

E qui arriva il patrono. In una manciata di Comuni, infatti, proprio in quei giorni cadono le feste patronali. In provincia Genova, lo si sa, è fuori dai giochi: non così Sestri Levante, che festeggia il 6 San Nicolò, così come la minuscola Coreglia Ligure. Uscio e Orero, invece, celebrano il 7 Sant’Ambrogio. Pochi (ma buoni) e fortunati.