Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recupero dei detenuti, dalla Regione 250 mila euro per patti di sussidiarietà

Liguria. Stanziati dalla giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore regionale alle Politiche Sociali Sonia Viale, 250 mila euro per interventi di sostegno alle persone sottoposte a provvedimenti penali attraverso i patti di sussidiarietà dando continuità alle azioni sul territorio regionale della “Rete che unisce”, di cui il consorzio Agorà è capofila nell’associazione temporanea di scopo composta da varie associazioni dislocate nell’estremo Ponente ligure.

“I risultati del progetto avviato dalla Rete che unisce sono stati positivi – spiega la vicepresidente Viale – pertanto abbiamo ritenuto di proseguire l’esperienza e di allargarla anche a nuovi soggetti interessati a portare il proprio contributo sul territorio con attività rivolte al miglioramento della vita in carcere, fornendo anche supporto al personale di polizia penitenziaria nello svolgimento dei propri compiti con i detenuti, mediazione penale minorile, con particolare attenzione alla prevenzione, e a supporto alla genitorialità”.

Attraverso un bando pubblico, le associazioni liguri del Terzo settore potranno presentare alla Regione Liguria le proprie proposte progettuali e, in caso di giudizio positivo, sottoscrivere il Patto di sussidiarietà che dà l’accesso ai contributi economici regionali, pari al 70% del valore economico complessivo del progetto.