Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porto di Genova, Merlo: “Per Signorini compito impegnativo, presto via libera a provvedimento piloti” video

Genova. “Sono felice di essere tornato qui 366 giorni dopo aver lasciato questo palazzo. Colgo l’occasione per augurare buon lavoro a tutti i presidenti ma in particolar modo a Paolo Emilio Signorini perché avendo governato questo porto per diversi anni so la sua complessità, a questo per lui si aggiunge anche l’impegno di dover governare insieme anche quello di Savona, esperienza entusiasmante dal punto di vista professionale ma anche molto impegnativa e molto difficile”.

Luigi Merlo, consulente del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, fino all’anno scorso presidente dell’Autorità portuale di Genova, fa gli auguri dal palco del “Terzo forum shipping & intermodal transport. Ripensare il futuro dei porti” che si svolge a Palazzo San Giorgio, al futuro presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mediterrano Occidentale, alla prima uscita pubblica anche se ancora come presidente designato, in attesa del via libera della Commissione trasporti della Camera alla nomina definitiva.

“Domani c’è una commissione al Senato che dovrebbe licenziare in via definitiva un provvedimento sui servizi tecnico nautici, con particolare riferimento ai limiti di responsabilità dei piloti, nato a Genova, a seguito della vicenda di Torre Piloti, che i piloti genovesi e italiani rivendicavano essendo gli unici a non avere questo tipo di tutela”, ha annunciato ancora Merlo.

Si tratta di un provvedimento che mette un tetto di un milione di euro alla responsabilità dei piloti che manovrano le navi all’interno dei porti in caso di incidenti. “Se andrà a compimento, grazie al lavoro delle commissioni parlamentari e dell’azione diretta di Mario Tullo (Pd) e Marco Filippi (Pd), sarà più facile lavorare con maggiore serenità, tenendo conto che le navi sono sempre più grandi e i porti fanno fatica a ingrandirsi: i piloti potranno affrontare i loro compiti con adeguate tutele e garanzie”.