Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto Locatelli, cinque rinforzi per la Serie A2

Più informazioni su

Genova. La Pallanuoto Locatelli cala un pokerissimo: sono infatti al momento ben cinque le nuove giocatrici che scenderanno in vasca a difendere i colori della compagine genovese nel prossimo campionato femminile di Serie A2

In tre casi si tratta di atlete che ritornano all’attività dopo soste di differente durata, una proviene dall’ A1 (Rapallo), e la straniera è stavolta una inglese. Ecco i loro profili, dal comunicato della società, e le loro prime dichiarazioni.

Rachel Bull: proveniente dal prestigioso club londinese dei Penguins, nel quale militarono anche Ghibellini e Paganuzzi,in carriera ha militato anche fra le australiane dell’ UNSW Sydney,nell’ US Saint Denis di Parigi e nel City of Manchester, oltre ad aver fatto parte della nazionale giovanile inglese.Curiosamente a Londra il club rivale dei Penguins, società dove Rachel è cresciuta, è proprio l’ Otter (ovvero le lontre). Dalle prime apparizioni con la Locatelli ha mostrato un ottimo potenziale, in particolare fisico ed atletico, e notevoli margini di miglioramento che ne potrebbero fare un acquisto interessante per le biancorossoblu di Carbone.

Alma Coduri: portiere molto promettente, nata nella Chiavari Nuoto alla corte di Gabriele Berri, apprezzatissimo tecnico rivierasco, che ne intuisce le potenzialità fra i pali dopo un breve inizio quale attaccante; si trasferisce a Rapallo, dove sotto la guida di un altro grande tecnico come Mario Sinatra gioca per tre stagioni crescendo nel settore giovanile, poi il passaggio a Lerici ed in ultimo al Lavagna, nuovamente con Berri, ottenendo una brillante promozione in A2 purtroppo vanificata da problemi societari e di burocrazia federale. Il suo battesimo con la Locatelli è avvenuto a Villingen, dove in finale ha giganteggiato fra i pali umiliando più volte le cinque nazionali tedesche del Nikar Heidelberg.

Carolina Marcialis: uno dei più cristallini talenti mai espressi dalla nostra pallanuoto in rosa, una brillante e rampante carriera nella Sportiva Nervi, nella quale recita un ruolo da protagonista dalla Serie C fino alla A1, svariate convocazioni in Nazionale Giovanile ed un percorso che avrebbe avuto il suo logico coronamento in Nazionale A interrotto da un matrimonio e due gravidanze. La pallanuoto,che ha perso una ragazza promettente, ritrova ora una donna consapevole ed entusiasta e il talento non si compra, ma neppure si può vendere, per fortuna.

Giulia Sbarbaro: una carriera in crescita nelle giovanili del Rapallo, guidata anche lei dall’ottimo Mario Sinatra, interrotta per motivi lavorativi nel 2014, anno nel quale Giulia si trasferisce a Londra per una esperienza lavorativa e di formazione personale, notata da Chiara Ricchini, vero direttore sportivo della squadra, durante un torneo estivo di Beach Waterpolo,Giulia si convince a riprendere con gioia fra le lontre il percorso che aveva interrotto, e si presenta inaugurando la stagione 2016-2017 della Locatelli con il primo gol dell’anno durante il torneo di Villingen, siglando con una rovesciata di rara bellezza.

Marilena Sessarego: altro acquisto di lusso per la squadra di Carbone, inizia la carriera nella gloriosa R.N. Camogli, passando poi alla Pro Recco ed al Rapallo, che prima la gira in prestito al Sori in A2 per due stagioni, e poi, visti i due brillanti campionati con le granata, Antonucci la premia con la ribalta dell’ A1, nella quale ben figura fino allo scorso anno, poi per motivi lavorativi che le impedirebbero di frequentare tutti gli allenamenti, lascia il club ruentino e sceglie la Locatelli, A Villingen è subito un crack, si aggiudica la classifica marcatori ed il prestigioso premio “Faultkoenigin”, meglio di così la sua avventura nelle lontre non poteva cominciare.