Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nodo ferroviario, rischio licenziamento per 100 lavoratori: i sindacati chiedono vertice in Regione

Più informazioni su

Genova. “Abbiamo appreso oggi che dopo tre mesi di cassa integrazione i lavoratori del consorzio Fergen, consorzio tra CMB e UNIECO, saranno tutti licenziati nei prossimi giorni. La stazione appaltante Italferr ha rescisso il contratto con il consorzio per potenziare l’infrastrutturazione ferroviaria cittadina. Alla base di tutto ciò le difficoltà finanziarie del consorzio, il problema dello smarino ed il ricorrente tema del ribasso”. Questo si legge in una nota di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil Genova.

“Il paradosso è che l’opera è finanziata per intero ovvero per 300 milioni di euro e lo stato di avanzamento lavori non raggiunge il 40 per cento. Gli unici a pagare le conseguenze saranno dunque un centinaio di lavoratori che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro”, prosegue la nota.

In questo quadro le Segreterie Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, assieme ai lavoratori, saranno nei prossimi giorni in Consiglio regionale per scongiurare i licenziamenti nonché per avere garanzie che l’opera possa proseguire.