Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Muore dopo una trasfusione del gruppo sanguigno sbagliato: indagati un medico e due infermieri

Genova. Era stata sottoposta ad agosto ad un delicato intervento chirurgico nella clinica specializzata Villa Azzurra di Rapallo ma per un errore medico subito dopo le era stata fatta una trasfusione del gruppo sanguigno sbagliato. La donna, Giovanna Perrone, 80 anni, originaria di Savona, era poi morta la notte del 14 ottobre.

Per quel tragico errore il sostituto procuratore Alberto Puppo ha iscritto un medico e due infermieri professionali dell’Iclas di Rapallo nel registro degli indagati per omicidio colposo.

I fatti. Il 7 agosto i medici del Villa Azzurra avevano richiesto due sacche di sangue per due diversi pazienti al centro trasfusionale dell’ospedale San Martino ma per un errore umano compiuto nella clinica del Tigullio il sangue iniettato all’80 enne era invece destinato ad un altro paziente. La trasfusione avrebbe avuto come conseguenza un’insufficienza renale. L’anziana era stata poi trasferita in rianimazione al San Martino e sottoposta a dialisi ma morirà due mesi dopo. A scoprire l’errore sarebbero stati gli stessi medici del San Martino: quando il nosocomio genovese ha ricevuto la scheda post trasfusione compilata dal medico di Villa Azzurra si sono accorti che il gruppo sanguigno di Giovanna Perrone non coincideva con quello immesso.

Nel frattempo il pm ha fatto eseguire l’autopsia dal medico legale Antonio Osculati di cui è in attesa della relazione. Quello che occorre provare infatti, è la correlazione tra l’errore medico che effettivamente c’è stato e la morte della paziente, vista la distante temporale tra i due fatti accertati.